Nella sfida del Tardini, il Parma riesce a riacciuffare il risultato nei minuti di recupero. Dopo le sconfitte contro Inter, Verona, Fiorentina e Roma i gialloblu tornano a fare punti. Il Bologna, in vantaggio di due reti fino al 90′, non è riuscito a gestire il vantaggio fino alla fine.

D’Aversa e il suo Parma ripartono dalla sconfitta di Roma. Il tecnico fa diverse rivoluzioni, rispetto alla gara coi giallorossi, schierando i suoi con il 4-4-1-1 e lasciando in panchina Kulusevski e Gervinho. Darmian agisce come esterno alto, mentre l’attacco è affidato a Sprocati, con Kucka in trequarti a dargli supporto.

Mihajlovic schiera Medel e Dominguez come diga davanti alla difesa con Sansone, Soriano e Orsolini davanti a loro. In attacco viene confermato Musa Barrow, in grande stato di forma.

FORMAZIONI

PARMA 4-4-1-1

Sepe; Laurini (dall’83’ Pezzella), Iacoponi, Bruno Alves (dal 45′ Karamoh), Gagliolo; Kurtic, Scozzarella (dal 45′ Kulusevski), Hernani, Darmian; Kucka (dal 60′ Grassi); Sprocati (dal 60′ Inglese). 

All. D’Aversa.

A disposizione: Gervinho, Inglese, Kulusevski, Pezzella, Dermaku, Colombi, Karamoh, Regini, Grassi, Caprari, Brugman, Barillà.

BOLOGNA 4-2-3-1

Skorupski; Dijks, Bani (dal 44′ Mbaye), Danilo, Tomiyasu; Medel (dal 92′ Luci), Dominguez (dal 77′ Svanberg); Sansone (dal 77′ Palacio), Soriano, Orsolini; Barrow.

All. Mihajlovic.

A disposizione: Svanberg, Corbo, Olsen, Krejci, Palacio, Luci, Mbaye, Juwara, Cangiano, Da Costa, Baldursson, Bonini.

PRIMO TEMPO

I rossoblu partono con il botto. Al 3′ minuto, Danilo svetta di testa, sul corner calciato da Orsolini, e batte Sepe. Gli uomini di Mihajlovic continuano ad attaccare e, al 16′, si portano sullo 0-2, con Soriano. Il numero 21 porta palla fino al limite dell’area, dove fa partire un sinistro a giro, che si insacca in rete.

I padroni di casa, nella prima mezz’ora di gara, appaiono spenti e privi di iniziativa. Continuano, invece, a spingere i rossoblu, ma, dopo le due reti a inizio gara, non riescono più a creare particolari pericoli.

SECONDO TEMPO

D’Aversa inserisce Karamoh e Kulusevski, per cercare di rientrare in partita. Il Parma si presenta, dalle parti di Skorupski, al 48′, con Iacoponi che svetta sulla punizione di Hernani, mandando la sfera alta di poco. Con l’ingresso in campo di Kulusevski, i padroni di casa si fanno più intraprendenti, soprattutto grazie alle giocate del numero 44.

Al 63′, però, i gialloblu rischiano qualcosa su una ripartenza ospite, che si chiude con la conclusione di Barrow. Sepe, questa volta, è attento e sventa la minaccia. I padroni di casa provano a rispondere, prima con Inglese, poi con Kulusevksi. Entrambe le conclusioni terminano sul fondo.

Al 78′ il neo entrato Svanberg prova a mettere la sua firma sulla gara, ma Sepe non si fa impensierire dal tiro del 32 rossoblu. All’82’ arriva la prima vera occasione dei padroni di casa. Grassi prova a impensierire Skorupski, con una conclusione insidiosa, ma il portiere rossoblu risponde prontamente. All’88’ rischiano molto gli uomini di Mihajlovic, su un corner per i gialloblu. Skorupski respinge male e la sfera finisce a Inglese, che non esita a calciare verso la porta. Mbaye è reattivo e salva sulla linea di porta.

Risponde il Bologna con Palacio, che stacca più in alto di tutti sul cross di Dijks. Il tentativo dell’argentino esce di pochissimo. In pieno recupero, la formazione di D’Aversa riesce ad accorciare il risultato. Sul corner di Kulusevski, Barrow tocca la sfera, ma non riesce ad allontanare e Kurtic ne approfitta per segnare.

Il Parma sfrutta l’inerzia degli ultimi minuti e riesce a riportare la gara in parità. Gagliolo crossa al centro, dove Inglese batte sul tempo Tomiyasu e spinge il pallone in rete.

MARCATORI

3′ Danilo, 16′ Soriano, 92′ Kurtic, 95′ Inglese

AMMONIZIONI

Bruno Alves, Barrow

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20