La squadra di Piazza batte 3-1 e supera Trento, sconfitta da Civitanova 3-1

Immensa Milano: l’Allianz Powervolley chiude il girone d’andata al quarto posto grazie alla vittoria da 3 punti a Verona e si impone 3-1 sui padroni di casa. Successo meritato per la squadra di coach Piazza che arriva al giro di boa del campionato con un ruolino di marcia straordinaria e si piazza a quota 25 punti in classifica approfittando della contemporanea sconfitta di Trento (3-1 subito da Citivanova), che sfiderà nei quarti di Coppa Italia, ma soprattutto ritrova Aimone Alletti in campo dopo 59 giorni dalla sua ultima apparizione ufficiale.

Milano trova l’ottavo sigillo in campionato e vola in alto in classifica. Una scalata importante quella della formazione meneghina che, trascinata dai suoi migliori bombardieri, chiude la pratica veronese in quattro set. 25-23, 25-19, 17-25, 25-17 i parziali con cui Sbertoli e compagni annientano i padroni di casa. Grande prova di squadra ancora una volta, che trova in Nimir il suo best scorer (28 punti con 6 ace), ed in Petric (14) e Clevenot (13) due costanti spine nel fianco per la retroguardia gialloblu. Il titolo di MVP per l’olandese è la naturale conseguenza di una partita giocata ad altissimi livelli: solo la macchina del terzo set, chiuso negativamente da Milano, che ha dato l’illusione a Verona di poter riaprire il match. Ma Milano sta affinando sempre più il proprio meccanismi, con l’obiettivo di diventare una macchina perfetta. Una macchina che, nel girone d’andata, ha dimostrato ampiamente di poter stare in alto in classifica e di essere capace di non subire il gioco di nessuno, ma piuttosto imporre il proprio. Le parole finali non possono che essere di Alletti: «Devo in primis ringraziare i miei compagni. Hanno fatto qualcosa di straordinario in questi due mesi ed è passato per normale. Per me stare lontano dal campo è stato difficile e tornare a giocare per me è importantissimo. Devo ringraziare la mia famiglia, che mi è stata vicina, e tutti quelli che mi hanno supportato. La squadra oggi ha vinto perché ha dimostrato di essere forte: siamo un gruppo forte e con un grande cuore, proprio come il mio». Sorrisi finali, emozioni che si intrecciano con sentimenti profondi e gioie vere: l’Allianz Powervolley c’è e vuole continuare ad esserci.

Cronaca

Primo set – Clevenot consegna a Milano il primo break (3-5), ma Verona trova la forza per reagire ed effettuare il controsorpasso (6-5). L’attacco out di Gironi porta i padroni di casa sull’8-6, con il vantaggio che diventa +3 sull’ace di Solè (11-8), con time out conseguente di Piazza. Smash di Sbertoli (11-10), ma è l’ace di Boyer a riportare di nuovo avanti Verona (13-10). A segno Nimir in contrattacco (13-12), ma è il muro di Clevenot su Boyer a riportare in parità la sfida (14-14). Nuovo allungo Verona sul muro-punto ai danni di Clevenot (17-15), con Solè che trova l’ace del 20-17 in zona di conflitto. Due muri consecutivi lanciano Verona sul 22-17, ma Nimir non molla e trova 3 ace consecutivi (da 22-20 a 22-22). Petric trova la pipe del contrattacco (23-24), con Kozamernik a chiudere a muro per il 23-25.

Secondo set – Parte forte Verona che trova con il muro di Boyer su Petric il 4-1. Ace di Nimir a 111 km/h per il 4-3, con l’attacco out di Solè che porta il parziale sul 5 pari. Clevenot colpo di tecnica per il 7-8, con Petric a segno in mani out (10-11). Altro ace di Nimir (il 5° della sua gara) per il 12-14, ma è pareggio Verona sull’errore di Petric (14-14). Sul 15-16 ingresso in campo per Alletti, con Nimir a trovare la diagonale del 16-17 ed il muro vincente del 16-18. Contrasto vincente sotto rete per Nimir (17-21) e colpo d’alta scuola per Petric (18-22). Kozamernik trova il primo tempo del 19-24, con l’opposto olandese a chiuder il 19-25

Terzo set – Equilibrio tra le due squadre in partenza: al mani out di Gironi risponde Cester in primo tempo (5-5). Break Verona con il primo tempo di Solè (9-7), che allunga ancora sul muro di Cester (13-8). Muro di Kozamernik su Marretta per il 14-12, con Nimir che trova la diagonale del 15-14. Verona non molla il colpo e si riporta di nuovo sul +5 (20-15). Distacco troppo ampio da ricucire, con il parziale che si chiude 25-17

Quarto set – Nimir a segno per il 2-5, con l’ace millimetrico di Sbertoli per il 3-7. Diagonale monstre di Nimir (4-8), che subisce la murata del 6-9. Out l’attacco di Marretta e l’Allianz Powervolley torna sul +4 (9-13). Nuovo recupero veronese che torna sul -2 (12-14), con il muro di Petric a stampare Boyer (13-17). Ancora Petric per il 13-18, poi Nimir a muro ed è 13-19. Gironi gioca il mani out del 17-23, la chiude Nimir per il 17-25 finale.

TABELLINO

CALZEDONIA VERONA – ALLIANZ POWERVOLLEY MILANO 1-3

(23-25, 19-25, 25-17, 17-25)

Calzedonia Verona: Kluth 0, Marretta 2, Asparuhov 4, Boyer 23, Solè 9, Cester 4, Spirito 1, Muagututia 16, Bonami (L)

N.e.: Birarelli, Franciskovic, Aguenier, Donati (L), Chavers

Allenatore: Stoychev

Allianz Powervolley Milano: Nimir 28, Basic 0, Kozamernik 6, Izzo 0, Sbertoli 2, Alletti 0, Petric 14, Gironi 6, Clevenot 13, Pesaresi (L)

N.e.: Hoffer (L), Weber, Okolic

Allenatore: Piazza

NOTE Durata set: 32’, 29’, 29’, 24’. Durata totale: 1h e 54 minuti

Calzedonia Verona: battute vincenti 7, battute sbagliate 11, muri 11, attacco 42%, 42% (22% perfette) in ricezione

Allianz Powervolley Milano: battute vincenti 7, battute sbagliate 15, muri 10, attacco 44%, 43% (24% perfette) in ricezione

Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.