16.07.2017 - Race, Fernando Alonso (ESP) McLaren MCL32

Fernando Alonso torna in Renault e si dichiara disposto a partecipare a “un paio di gare” quest’anno e ad aiutare la squadra con “tutto ciò di cui ha bisogno” prima del suo trasferimento nel 2021.

Alonso torna in Renault

Alonso tornerà alla Renault per la terza volta dalla prossima stagione quando sostituirà Daniel Ricciardo, legato alla McLaren, il prossimo anno. Per acclimatarsi di nuovo con un ambiente un tempo familiare, Alonso questa settimana ha visitato le fabbriche di Enstone e Viry-Chatillon.

Tuttavia, per integrarsi ulteriormente nella squadra e ottenere un vantaggio nella prossima stagione, il 39enne è disposto a visitare almeno due circuiti. “Penso che l’obiettivo da ora fino al prossimo anno sia quello di seguire ciò di cui la squadra ha bisogno dalla mia parte“, ha detto Alonso. “Penso che ci saranno un paio di giorni al simulatore in fabbrica, preparandomi per il prossimo anno e aiutando in qualche modo nei fine settimana di quest’anno. Immagino che verrò a un paio di gare, solo per seguire la squadra a bordo pista e cercare di capire la filosofia nel fine settimana. Abu Dhabi sarà probabilmente un must e spero di poter andare a Imola, che è vicino a casa mia in Svizzera. Sarò a disposizione della squadra per tutto ciò di cui ha bisogno“.


Alonso e la Red Bull: “Volevo cambiare nel 2019”


Il recupero della Renault

La Renault, che sarà ribattezzata Alpine per il 2021, si trova attualmente al quinto posto nella classifica costruttori ed è impegnata in una feroce battaglia con McLaren e Racing Point per il terzo posto. Dopo che in precedenza sembrava improbabile di raggiungere una tale posizione, due risultati al quarto posto di Daniel Ricciardo nelle ultime tre gare hanno riportato la Renault nel mix.

Penso che le ultime tre gare siano state incoraggianti per tutti nel team, anche per me, guardando le gare a casa e per tutti i tifosi, vedere la Renault tornare in modo competitivo, penso sia una buona cosa per lo sport” ha detto Alonso. “Sono stato felicissimo di vedere i miglioramenti delle prestazioni, ma allo stesso tempo sapendo che c’è ancora molta strada da fare. Un fine settimana può essere buono e l’altro può essere brutto, quindi penso che i ragazzi stiano facendo un lavoro straordinario a bordo pista“.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20