alpha tauri aerodinamica
BAHRAIN, BAHRAIN - MARCH 27: Yuki Tsunoda of Scuderia AlphaTauri and Japan during qualifying ahead of the F1 Grand Prix of Bahrain at Bahrain International Circuit on March 27, 2021 in Bahrain, Bahrain. (Photo by Peter Fox/Getty Images) // Getty Images / Red Bull Content Pool // SI202103270374 // Usage for editorial use only //

Alpha Tauri lavora sull’aerodinamica in ottica Imola. La scuderia faentina è reduce da un GP del Barhain molto positivo, in cui ha mostrato l’elevato potenziale della AT02. Pierre Gasly si è qualificato quarto, e avrebbe potuto raccogliere un gran risultato se non fosse stato per la toccata al primo giro in cui ha rotto l’ala anteriore. Per fortuna ci ha pensato Yuki Tusnoda a mostrare le qualità della vettura (e anche le sue). Partito 14esimo, il rookie giapponese classe 2000 ha rimontato con classe e sorpassi, chiudendo in nona posizione. La macchina c’è, i piloti anche, così come la Power Unit Honda, che sembra all’altezza della Mercedes. Ma siccome non si deve dormire sugli allori, ecco che a Faenza si mettono al lavoro con nuove soluzioni. Ecco cosa ci dobbiamo aspettare.


Gp Bahrain: Hamilton vince con un regalo della Red Bull


Qual è il lavoro di Alpha Tauri sull’aerodinamica?

Dello sviluppo aerodinamico ne ha parlato il direttore tecnico Jody Eddington, in un’intervista a Motorsport.com. “Abbiamo degli sviluppi in cantiere“, ha esordito. Per prima cosa, Eddington ha spiegato le tempistiche dello sviluppo. La scuderia di proprietà della Red Bull intende portare soluzioni nuove già a partire dal prossimo GP a Imola, ma sono previste novità anche nelle tappe successive di Portogallo e Spagna. Un’evoluzione continua, un aggiornamento costante per la AT02. Ma a quale scopo?

Alla ricerca del carico perduto

Eddington ha illustrato qual è l’obiettivo di così tanto lavoro. “Tutti stanno cercando di recuperare carico e non siamo riusciti a recuperarne una parte ragionevole“, ha detto l’ingegnere. “Adesso stiamo lavorando per avere una maggiore finestra operativa e migliorare il comportamento soprattutto a bassa velocità, così da consentire ai nostri piloti di essere ancora più veloci“. Il regolamento tecnico 2021 ha imposto un nuovo fondo, che ha comportato una perdita di carico sotto la vettura. Questo ha in parte cambiato i valori in campo, favorendo le vetture con un assetto rake estremo (Red Bull) e penalizzando quelle più “livellate” (Mercedes).

Eddington inoltre sottolinea che i pochi test effettuati (appena tre giorni!) abbiano costretto loro a proseguire l’attività di convalida dei dati “sul campo”, che non è l’ideale per fare risultato. Ma si è detto fiducioso per la competitività della sua squadra. “L’obiettivo è quello di migliorare l’aerodinamica e andare ad incidere su quelle aree che sono state colpite dal nuovo regolamento riuscendo però a non stravolgere l’equilibrio generale che abbiamo trovato“, ha detto. “Penso che abbiamo una buona visione della nostra vettura e questo ci consente di scegliere su cosa vogliamo puntare“.


AlphaTauri entusiasmerà in questa stagione


Immagine in evidenza di Red Bull Content Pool, per gentile concessione

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20