Archiviato il primo GP di Losail, il motomondiale ritorna sulla stessa pista con la denominazione di Gran Premio di Doha, che vi sveliamo in anteprima. Al termine di un primo weekend, che ci ha dato indicazioni non del tutto chiare, siamo in attesa di conferme e di riscatti da parte dei protagonisti di questo film appena iniziato. Ma chi sono questi piloti da confermare? E chi si deve invece riscattare? Questo e altro nei temi che affronteremo in questo articolo.


GP Doha, info e orari della programmazione TV


Quali sono i temi dell’anteprima del GP di Doha?

Stesse moto, stessa pista. Rivedremo gli stessi valori? Forse si, forse no. Diciamo subito che le gare di domenica scorsa si sono svolte in condizioni meteo estreme, con un vento fortissimo che aveva fatto persino pensare ad un possibile stop. Il vento dovrebbe rifare capolino sulla pista, soprattutto il sabato, e questo potrebbe comportare problemi alla gestione gomme. Speriamo che la gommatura della gara scorsa renda le corse un filino meno selettive, e più spettacolari…

Ripartendo dal GP precedente, ci aspettiamo un Maverick Vinales di nuovo al top. Si è discusso parecchio della sua “rinascita”, delle minori pressioni per l’assenza di Rossi e quant’altro, ma sta alla pista decidere se è vera gloria, o un fuoco di paglia. Parlando proprio di Rossi, Valentino ha l’obbligo di rifarsi dopo una prestazione insufficiente. Ma permane il dubbio dell’usura del posteriore, suo tallone d’Achille da troppi anni. E rimane il dubbio anche di Franco Morbidelli, preoccupato per un ammortizzatore posteriore che va giù, ma non torna su.


MotoGP Vinales, Meregalli: “senza Vale Maverick è più sicuro di se”


Ci aspettiamo maggiore concretezza da Ducati e Suzuki. Le Desmosedici volano sul rettilineo di Losail, ma nessuna di loro ha vinto la gara. Pecco Bagnaia ha fatto la pole, condotto per 10 giri ma si è arreso a Vinales ed ad un Johann Zarco in palla. Peggio è andata a Jack Miller, che dalla prima fila è retrocesso nono. Se Pecco ha usurato le coperture, “Jackass” le ha mangiate. C’è poi l’incognita Aprilia, stupefacente nel primo GP ma in cerca di conferme nel secondo. E speriamo di rivedere in altro le Honda e le KTM, abbastanza in difficoltà. E c’è la battaglia dei rookie: Bastianini sarà ancora il migliore dei debuttanti? Jorge Martin finirà la gara come le ha cominciate? Marini sarà finalmente competitivo?

I temi di Moto3 e Moto2

E a proposito di rookie, in Qatar abbiamo visto esordi eccellenti in Moto2 e Moto3. Ora hanno la possibilità di replicare, e farci vedere se tra loro c’è una stella. Pedro Acosta ha lottato per vincere in Moto3, potrà farlo ancora? Intanto, il suo team mate Jaume Masià parte da favorito. In Moto2, tutti a caccia di Sam Lowes, che ha fatto il bello ed il cattivo tempo. Ma gli italiani sono in palla, in particolar modo Fabio Di Giannantonio a Marco Bezzecchi. Questo e altro lo scopriremo a partire da domani, con le giornate di prove, qualifiche e gara. Per l’analisi della pista e delle gomme, vi rimandiamo all’anteprima della gara precedente.


Anteprima GP Qatar: il mondiale è al via


Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20