presentazione tecnica aston martin f1 amr21

Va bene la Mercedes, ma in un certo senso, la presentazione più attesa della F1 2021 è quella dell’Aston Martin. In un evento streaming dal sapore classico-moderno, con tanto verde inglese e la Union Jack a coprire il bolide, ha inizio la nuova era di quella che fino a ieri chiamavamo Racing Point. La AMR 21 sarà la vettura con cui Sebastian Vettel cercherà di rilanciarsi, grazie al background niente male della defunta Racing Point ed al legame con Mercedes. Al suo fianco correrà Lance Stroll, al suo secondo anno nel team “di famiglia”.


Mercedes svela la sua arma per la F1 2021


Presentazione Aston Martin F1, com’è la livrea 2021?

C’è stata tanta speculazione sui colori definitivi della nuova monoposto con il glorioso marchio inglese. Alla fine, nel giorno della rimozione dei veli, i dubbi iniziali sono fugati. Via il rosa shocking dello sponsor BWT (che rimane), entra il British Racing Green, come vuole tradizione del marchio. Parlando di sponsorizzazioni, il marchio dell’Information Technology Cognizant diventa il marchio principale della scuderia inglese, con il resto del portfolio che rimane sostanzialmente immutato. Dal punto di vista estetico, la AMR 21 è una delle monoposto più eleganti che abbiamo visto finora.

Dal punto di vista tecnico, la parola d’ordine è continuità. Il direttore tecnico Andrew Green parla dello sviluppo concentrato dell’aerodinamica, per adattarsi ai nuovi regolamenti. La sospensione posteriore deriva direttamente dalla Mercedes del 2020. Mercedes fornisce anche la Power Unit, il che dovrebbe essere una garanzia. Il resto è collegato alla vecchia gestione Racing Point, più volte indicata come…clone della vettura della Stella! Sarà ancora così? Dalle immagini della presentazione, non si riesce a capire molto. Non resta che aspettare il battesimo del fuoco del 28 marzo, con il primo GP della stagione.


Aston Martin “svela” il sound della sua F1 (video)


Le aspettative del team

Che il team voglia arrivare in alto lo si capisce dalle parole dei protagonisti. Primo tra tutti Lawrence Stroll, che nelle dichiarazioni ufficiali dice che la squadra è “ambiziosa e realistica“. Sanno di non poter ancora competere con le tre major della massima formula, ma il loro obiettivo è quello. Per adesso, si accontentano di essere “the best of the rest“.

Sebastian Vettel è la punta di diamante del team, in cerca di riscatto dopo un 2020 da dimenticare. dal Rosso Ferrari passa al verde Aston, sperando di non fare…acqua. Un assaggio di quello che lo aspetta lo avrà già domani, con il primo shakedown in quel di Silverstone. Lance Stroll, dal canto suo, ha la fortuna di essere il figlio del capo, ma non per questo non si pone alcun obiettivo. Qualche sprazzo di velocità lo ha fatto vedere, ora si tratta di concretizzare. Anche per non far diventare…verde dalla rabbia il papà Lawrence!

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20