I biancazzurri giocano una grande partita e ribaltano il risultato nel secondo tempo. Apre le danze Ilicic, risponde Petagna e Valoti trova poi il sorpasso. Tre punti fondamentali per gli ospiti, che abbandonano l’ultimo posto in classifica, mentre i padroni di casa mancano l’aggancio alla Roma.

La partita
Padroni di casa che si schierano col consueto 3-4-2-1. In porta non c’è Gollini, ma Sportiello. In difesa c’è Caldara, affiancato da Tolói e Palomino. In mediana ci sono Freuler e Pasalic, con Gosens e De Roon sulle fasce. Posizione atipica per l’olandese, che è stato dirottato sull’esterno causa assenza di Hateboer (squalificato) e Castagne (infortunato). Sulla trequarti ci sono Gomez e Ilicic, a supporto di Zapata. In una SPAL in cerca di punti Semplici manda i suoi in campo con il 3-5-2. In porta c’è Berisha, con Cionek, Vicari e Igor davanti a lui. Terzetto di centrocampo formato da Missiroli, Valoti e Dabo, con Strefezza e Reca sulle fasce. In attacco c’è il grande ex della gara Petagna (11 gol in maglia nerazzurra), affiancato da Di Francesco.

Primo tempo
Parte molto bene la SPAL, che si rende pericolosa con Strefezza che impegna severamente Sportiello con un bel tiro dalla distanza. La prima occasione della partita è di marca ospite. Un minuto dopo Valoti interviene con le cattive su Ilicic e finisce sul taccuino dei cattivi. I primi minuti di gioco sono molto equilibrati, ma è da notare il coraggio con cui la SPAL ha approcciato questa gara. L’Atalanta comunque sembra in grado di far male in qualsiasi momento e infatti al 15′ Freuler tarda troppo da solo contro Berisha e viene rimontato da Vicari, ma un minuto dopo trova il vantaggio con Ilicic, che deposita in rete con un colpo di tacco delizioso su assist di uno straripante Zapata. L’Atalanta prende e renditi del gioco, Semplici dalla panca sprona i suoi a reagire. Ilicic semina il panico sulla trequarti e costringe Vicari al giallo al minuto 22′. Un minuto dopo Freuler recupera palla sulla trequarti e serve proprio Ilicic, che arma il tiro ma deposita sull’esterno della rete. La Spal torna a farsi pericoloso al 25′ con una botta dalla distanza di Dabo prontamente deviata in corner da un attento Sportiello. La SPAL è viva, ma rischia di capitolare al 32′ con Zapata che, dopo una percussione palla al piede degna del miglior Weah, centra in pieno l’incrocio dei pali. Due minuti dopo ci prova Pasalic senza successo, stessa sorte al 35′ per la rovesciata di Petagna. De Roon al 41′ rifila un calcione a Missiroli, per l’arbitro ci soni gli estremi per un’ammonizione. La SPAL rischia di trovare il pareggio al 43′, cross di Strafezza, con Petagna che di testa prolunga la traiettoria e colpisce il palo alla destra di Sportiello. Non è fortunata la squadra di Semplici. Sul finire della frazione Di Francesco commette fallo su Palomino e finisce anche lui sul taccuino dei cattivi. Il primo tempo si chiude sul punteggio di 1-0, con Atalanta e Spal che hanno disputato una partita gradevole.

Secondo tempo
La seconda frazione si apre con un cambio nelle file dei padroni di casa. Entra Djimsiti al posto di Freuler, con De Roon che torna in mediana mentre il difensore albanese giocherà esterno di tutta fascia. Palomino al 50′ entra male su Strefezza e si guadagna il giallo. Gli ospiti trovano il pareggio al 53′ proprio con Petagna: Di Francesco lancia sulla fascia sinistra Reca, che arriva in area di rigore e mette un bel pallone nel cuore dell’area di rigore: lì dove c’è Petagna, che indisturbato colpisce a porta vuota. Per l’attaccante estiense sono cinque reti in quattro gare contro la sua ex squadra. Pareggio meritato per gli ospiti per quanto visto in campo in questa gara. Sulle ali dell’entusiasmo i biancazzurri sfiorano il vantaggio con Cionek al 58′, ma lo trovano al 60′: Valoti salta con grande classe e con un sombrero Toloi, poi manda al bar Palomino e scarica in rete un bellissimo tiro. Clampros dunque a Bergamo, la SPAL è in vantaggio. Proprio con Valoti che, nella trasferta sfortunata contro la Fiorentina, aveva sciupato una ghiotta occasione uno contro uno con Dragowski. Da segnalare che tre le due occasioni Gasperini aveva mandato in campo Malinovskyi. L’Atalanta prova a reagire, ma la SPAl si difende con ordine. Gasperini decide di giocarsi la carta Muriel al 66′, con Caldara che lascia il posto al colombiano per un’Atalanta completamente offensiva. I padroni di casa sfiorano il pareggio prima con Pasalic (69′), ipnotizzato da Berisha in situazione di uno contro uno, e poi con Zapata (71′), che non torva la porta per questione di centimetri dopo l’ottimo assist di De Roon. Semplici al 72′ decide che è l’ora dell’esperienza di Sergio Floccari, che prende il posto di Di Francesco. Il canovaccio della partita è chiaro: Atalanta all’attacco, SPAL in trincea a difendere con le unghie e con i denti il vaneggio. Al 77′ Valdifiori prende il posto di Valoti, un minuto dopo, sugli sviluppi di un corner a favore dei padroni di casa, Missiroli respinge sulla linea il colpo di testa a botta sicura di Djimsiti. Lo stadio è una bolgia, i supporters di casa provano a spingere i propri beniamini. Ora le occasioni per l’Atalanta fioccano, all’83’ Zapata entra in area di rigore su suggerimento di Malinovskyi e calcia in diagonale. Provvidenziale la deviazione di Missiroli, si salva la SPAL. Semplici decide di coprirsi e dopo il pericolo inserisce Tomovic per Reca. Ilicic ci prova dal limite, gli ospiti sbrogliano in qualche modo. L’arbitro assegna cinque minuti di recupero, la SPAL soffre e proprio nell’ultimo minuto si salva grazie ad una grande parata di Berisha su una conclusione di Zapata.
Si tratta dell’ultima occasione della gara, non c’è più tempo e l’arbitro manda le squadre negli spogliatoi. L’Atalanta cade in casa contro una SPAL corsara, che lascia l’ultimo posto in classifica e si posiziona al terzultimo posto. Gli Orobici mancano l’aggancio alla Roma.

Tabellino

ATALANTA (3-4-1-2): Sportiello; Toloi, Caldara (66′ Muriel), Palomino; De Roon, Freuler (46′ Djimsiti), Pasalic, Gosens; Gomez (59′ Malinovskyi); Ilicic, Zapata. All. Gasperini

SPAL (3-5-2): Berisha; Cionek, Vicari, Igor; Strefezza, Valoti (78′ Valdifiori), Missiroli, Dabo, Reca (85′ Tomovic); Di Francesco (72′ Floccari), Petagna. All. Semplici

Marcatori: 16′ Ilicic (A), 54′ Petagna (S), 60′ Valoti (S)

AmmonitiValoti (S), Vicari (S), De Roon (A), Di Francesco (S), Palomino (A)

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20