Come la pioggia che cade copiosa sull’Olimpico, l’Atalanta di Gasperini si abbatte su quel che resta della Lazio e continua a cullare il clamoroso sogno Champions, consolidando il quarto posto e arrivando a un punto dall’Inter terza. Biancocelesti che invece abbandonano anche le ultime speranze europee, riponendo le chance di salvare la stagione nella finale di Coppa Italia del 15 maggio.

Potremmo riassumere così quanto successo nel big match delle 15 valido per la 35esima giornata di Serie A, una gara vissuta a mille all’ora da entrambe le compagini: i padroni di casa sono bravi a passare immediatamente in vantaggio dopo due minuti con Parolo lesto a spingere in rete una palla scaturente da un rimpallo aereo tra Masiello e Caicedo in piena area di rigore. La Lazio però, fatto salvo un tiro dal limite di Immobile ben disinnescato da Gollini, finisce sostanzialmente lì, con gli ospiti che per nulla intimoriti dallo svantaggio cominciano a prendere campo ispirati da Gomez e appoggiandosi davanti ad un volitivo Zapata. È proprio il colombiano al minuto 22 a siglare il ventiduesimo centro in campionato, battendo Strakosha con un preciso piatto destro dopo aver intercettato un tiro sbilenco di Freuler dal limite dell’area. Raggiunto il pari, cinque minuti più tardi la Dea avrebbe anche la clamorosa opportunità di passare in vantaggio ma Ilicic, sottotono nella prima frazione, ciabatta a lato da ottima posizione. Negli uomini di Inzaghi solo Parolo sembra reggere l’urto del centrocampo atalantino, con la coppia d’attacco Immobile-Caicedo isolata in avanti.

Al fischio finale del primo tempo si va al riposo con un pareggio che sta abbastanza stretto agli uomini di Gasperini, la ripresa non vede cambiare il suo copione: l’Atalanta parte nuovamente a mille stavolta trascinata da un Ilicic che finalmente riesce ad entrare nel match e comincia a dispensare magie in serie. La situazione si sblocca al 58’, quando Wallace decide arbitrariamente di consegnare la palla al Papu Gomez che si invola verso Strakosha, lo salta e appoggia per l’accorrente Castagne che di piatto sinistro deposita in rete totalmente indisturbato. La Lazio è al tappeto e Inzaghi prova a scuoterla inserendo Correa, ma la sostituzione non sortisce gli effetti sperati con i bergamaschi che continuano a giganteggiare in mezzo al campo, dove si sente nei padroni di casa l’assenza di Milinkovic. In questo totale clima di sfiducia, Wallace, già subissato dai fischi dei propri tifosi, pensa bene di siglare il terzo goal dell’Atalanta, depositando di testa in rete un calcio d’angolo battuto da Gomez e diretto a Djimsiti. È il sipario sul match che consegna 3 punti pesantissimi a Gasperini e affossa definitivamente la Lazio. Tra 10 giorni la rivincita in Coppa Italia: lì non ci sarà veramente più possibilità di replica.

TABELLINO

LAZIO – ATALANTA 1-3

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Wallace, Acerbi, Bastos (33′ st Neto); Romulo, Parolo, Lucas (33′ st Badelj), Alberto, Marusic; Caicedo (10′ st Correa), Immobile

Allenatore: S.Inzaghi

ATALANTA (3-4-1-2): Gollini; Djimsiti, Palomino (1′ st Mancini), Masiello; Hateboer, De Roon, Freuler (40′ st Pessina), Castagne; Gomez; Ilicic (20′ st Pasalic), Zapata

Allenatore: Gasperini

Marcatori: 3′ Parolo, 22′ Zapata, 58′ Castagne, 76′ Wallace (aut.)

Arbitro: Calvarese

Ammoniti: Bastos, Masiello, Caicedo, Gomez, Lucas, Mancini, Correa  

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.