L’entrata in vigore della Brexit di qualche mese fa, apre uno scenario mai visto nella gestione dei passaporti extracomunitari. Questo crea anche per l’Atletico Madrid un problema inglese. Sarà un mercato tutto da scoprire: sarà il vero primo mercato dell’era Brexit, vedremo quel che succederà, un mercato difficile e diverso, sia per la Brexit che per la pandemia. Sarà un mercato delle opportunità, lento. Non cambia solo il mercato ma anche lo scouting: spesso si è pescato in paesi non al top del ranking, con lo scopo di maturare i giocatori, ora l’attenzione si focalizza maggiormente su un mercato interno. Principalmente in Premier, ma anche in Europa, top club fanno i conti con la Brexit. A Madrid, tuttavia il passaporto di Kieran Trippier non sarà un problema, almeno per ora.

Trieppier, l’Atletico Madrid e il problema inglese: o meglio la Premier?

Kieran Trippier, difensore dell’Atletico Madrid, è stato autore di un’ottima stagione culminata con la vittoria del titolo de La Liga dopo sette anni. Il laterale ex-Tottenham è anche tra i convocati di Gareth Southgate per EURO2021 e si gioca una maglia da titolare nella nazionale dei tre leoni. Le sue prestazioni non sono passate inosservate e, al termine della competizione continentale, potrebbe anche cambiare squadra. Dal trasferimento in Spagna, Trippier è stato un tassello sempre più importante per la squadra del “Cholo” Simeone. La grande annata in maglia “rojiblanca”, dove ha contribuito con sei assist alla vittoria del campionato, sembrerebbe aver attirato l’interesse di un grande club d’oltremanica. Diversi “rumors” accostano il difensore al Manchester United. Secondo quanto riportato dal “Mirror” sarebbe la sua prima scelta e sta cercando una nuova casa nel nord-ovest dell’Inghilterra. A smentire le voci su possibili accostamenti in Premier la risposta secca: “E’ incedibile”. Dall’Atletico Madrid certi sul futuro di Kieran Trippier. Il terzino, 31 anni, potrebbe andar via solo qualora qualcuno pagasse la clausola di risoluzione. I “Colchoneros” non lo metteranno sul mercato e resterà in “rojiblanco” fino al 2023, quando scadrà il suo contratto.


Atletico Madrid Lautaro: il Toro potrebbe lasciare l’Inter?

L’Atletico Madrid e il problema inglese nel caso saltasse l’accordo

Non sarebbe comunque una banalità da prendere sotto gamba visto che i “rojiblancos” hanno già Lodi e Felipe come extracomunitari. Qualora Trippier fosse incluso tra coloro senza passaporto comunitario e non vi fosse proroga degli accordi preesistenti, non vi sarebbe più posto per eventuali ingaggi non comunitari. A questo punto la possibile cessione sarebbe una soluzione sicuramente plausibile. In realtà, in base all’accordo tra AFE, La Liga e Federazione gli “inglesi” già presenti prima dell’entrata in vigore della Brexit dovrebbero confermare le condizioni attuali. Ovvero una permanenza secondo i precedenti accordi, cosa che sarebbe gradita dalla dirigenza del Metropolitan Arena. Diverse le posizioni per i calciatori britannici che verranno successivamente, che saranno considerati extracomunitari.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20