ATP Monaco: niente bis per Berrettini, vince Garin

Dopo il successo maturato a Budapest settimana scorsa, non riesce il bis a Matteo Berrettini, sconfitto in finale a Monaco di Baviera da Garin.

Nell’atto conclusivo del BMW Open di Monaco – ATP 250 su terra – , si è presentata un’altra ghiotta occasione per il tennista azzurro. Tuttavia non è arrivato il lieto fine così come a Budapest.

Nella finale disputata nell’impianto del MTTC Iphitos, a vincere è stato Christian Garin, classe 96′, ormai un vero e proprio specialista della superficie. Il cileno si è imposto in tre set con il punteggio di 6-1, 3-6, 7-6(1) dopo due ore e dieci minuti di gioco.

Sicuramente nella partita decisiva Berrettini ha risentito della fatica per la semifinale giocata in mattinata. Infatti a causa delle condizioni climatiche avverse, con una forte grandine abbattutasi su Monaco nella giornata di Sabato, il tennista romano è stato costretto a posticipare il proprio match.

Nonostante il duello con Bautista-Agut sia durato appena 70 minuti, battere uno specialista della superficie come lo spagnolo ti costa sempre moltissime energie mentali.

Matteo Berrettini (in foto) 23 anni, sconfitto in finale Monaco di Baviera

Molto probabilmente Berrettini si è portato in finale le scorie di questo match, dove è stato meno incisivo di altre occasioni.

Tuttavia dall’altro lato della rete ha trovato un tennista in una forma super. Un torneo magistrale quello giocato da Garin, che si è preso anche lo scalpo del padrone di casa Sasha Zverev nei quarti di finale.

Seppur lo stato fisico dei due finalisti fosse differente – Berrettini è rientrato in campo 3 ore dopo la semifinale -, la partita è stata bella e combattuta. Il tennista romano ha lottato come un leone fino all’ultimo colpo, uscendo sconfitto con onore.

Dopo un primo set volato via facilmente con il punteggio di 6-1 per il cileno, questa finale sembrava aver poco da dire. Al rientro in campo però Berrettini appare più lucido e concentrato, trovando contromisure al bel gioco di Garin.

Dopo tre tentativi falliti, il break decisivo per l’azzurro arriva all’ottavo game, per poi chiudere il secondo parziale 6-3.

Il terzo e decisivo set è forse uno dei più belli dell’intero torneo. Entrambi i tennisti sono solidi al servizio, estraendo un gioco variegato e pieno di rischi. Il match diventa piacevolissimo e il pubblico bavarese apprezza.

Tuttavia l’ago della bilancia pende leggermente dalla parte di Garin, che gioca bene da fondo campo nonostante qualche problema con il back di rovescio.

Il traguardo si avvicina per il cileno con il break conquistato all’ottavo gioco, che li permette di servire per il match. Qui Berrettini tira fuori le ultime energie rimaste salendo 0-40 e trovando il contro-break al secondo tentativo.

Arrivati sul 5-5 diventa una lotta di nervi: l’azzurro appare in fiducia mentre il suo avversario sembra risentire dell’occasione sciupata. Garin è comunque bravo a mantenere i nervi saldi e ad arrivare al decisivo tie-break.

Nel momento clou della partita Garin tira fuori il suo tennis migliore: gioca in una maniera spaventosa e sale rapidamente 5-1. Un Berrettini attonito non riesce a trovare il bandolo della matassa. Il cileno con un super rovescio in scivolata, da quattro metri dietro la riga di fondo, arriva al match-point.

La pratica è chiusa subito dopo con una splendida volée alta di rovescio che manda in visibilio il pubblico tedesco. Bello l’abbraccio a fine partita tra i due coetanei, sicuramente tra le sorprese più liete di questa prima parte di stagione.

Garin vince finale e torneo con grandissimo merito, dimostrandosi un osso duro sulla terra battuta. Sicuramente merita grandi applausi il nostro Matteo Berrettini, che deve rimandare il terzo successo in carriera tra i pro.

Il riscatto potrà arrivare già settimana prossima nella sua Roma, dove avrà a disposizione una wild card per gli Internazionali d’Italia.

Da questa mattina i due finalisti compiono un buon balzo in avanti anche nel Ranking ATP, arrivando a ridosso della Top 30. Infatti Berrettini sale al n.31, mentre Garin al n. 33.

C. Garin b. M. Berrettini 6-1 3-6 7-6(1)

Please follow and like us:

Michele di Vincenzo

Nato a Canosa di Puglia il 14 febbraio 1996. Aspirante giornalista e radiocronista sportivo. Lavoro per testate giornalistiche online e faccio lo speaker in una web radio. Su PeriodicoDaily mi occupo essenzialmente di sport - calcio e tennis in primis.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.