fbpx
Dicembre7 , 2021

Australia pronta a ospitare la Coppa del Mondo di Rugby 2027

Related

Vierchowood entra duro su Ferrero: “La Sampdoria è stata liberata”

Fanno rumore le dichiarazioni rilasciate da Pietro Vierchowood, una...

Atalanta-Villareal: formazioni e dove vederla

Mercoledì 8 Dicembre 2021 nello Stadio Gewiss alle...

Roma punto e a capo: i colori prima di tutto

L'AS Roma prendesse esempio dai suoi tifosi. Perché il...

Toto Wolff Gp Arabia: il Manager Mercedes punta alla correttezza

Ieri 5 Dicembre nell'incontro-scontro tra Lewis e Verstappen nella...

Russell Gp Arabia: il pilota punta sulla sicurezza

Il pilota della Williams di Formula 1 George Russell...

Share

L’ex stella dei Wallabies Israel Folau potrebbe rappresentare Tonga alla prossima Coppa del Mondo di rugby dopo che le modifiche ai requisiti di ammissibilità gli hanno aperto la porta.

Chi è Folau

Espulso da Rugby Australia nel 2019 dopo post omofobi sui social media, Folau è stato fuori dal rugby internazionale da allora. Quell’assenza, combinata con il fatto che entrambi i suoi genitori sono tongani, potrebbe aprirgli la porta per unirsi agli ʻIkale Tahiʼ in tempo per la Coppa del Mondo di Rugby 2023 in Francia. In precedenza un giocatore non poteva passare da un sindacato all’altro se aveva rappresentato la squadra senior della sua nazione, ma questo articolo è stato eliminato. Ora, il giocatore deve mostrare “un legame stretto e credibile” al paese in questione: se uno dei genitori o uno dei nonni sono nati lì, o se hanno vissuto lì per cinque anni di fila, o 10 anni in tutto. A questo punto il giocatore può semplicemente ritirarsi dal rugby internazionale per tre anni prima di ricongiungersi con la nuova squadra nazionale. Il capo allenatore tongano ed ex Wallaby Toutai Kefu ha detto di aver parlato con Folau riguardo questa possibilità. “

Le nuove regole

Ci sono state a lungo richieste di modifiche alle regole, in particolare per consentire alle stelle Pasifika di giocare per i paesi dei loro genitori o anche per la loro stessa nascita, e il presidente di Oceania Rugby Richard Sapias ha detto che il voto potrebbe rimodellare l’unione del rugby nell’emisfero meridionale. “Per un paese delle dimensioni di Tonga, immaginate la quantità di giocatori che hanno all’estero“, ha detto. “C’è un sacco di talento là fuori e questo dà loro una vasta gamma di opportunità tra cui scegliere”.

L’Australia è pronta ad ospitare la Coppa del Mondo di rugby del 2027

World Rugby ha anche annunciato i suoi “candidati preferiti per le prossime Coppe del Mondo, con l’Australia destinata ad ospitare il torneo maschile del 2027. Il World Rugby Council si è riunito e ha annunciato che lavorerà esclusivamente con l’Australia su un modello. Tuttavia i diritti di hosting non saranno ufficialmente bloccati fino al voto di maggio del prossimo anno. L’Australia non ospita la Coppa del Mondo di rugby dal 2003, quando i Wallabies hanno perso contro la squadra inglese di Jonny Wilkinson in finale, con il 2015 l’unica altra apparizione della squadra in una finale. I Wallabies hanno sollevato l’ultima volta la Webb Ellis Cup nel 1999, e il presidente di Rugby Australia Hamish McLennan ha detto che vincere i diritti di hosting potrebbe aiutare a riportare lo sport verso i suoi giorni di gloria.“Questo è un enorme passo avanti nelle nostre ambizioni di ospitare la Rugby World Cup 2027 e per rilanciare il gioco in Australia”, ha detto.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20
spot_img
Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20