fbpx
Settembre18 , 2021

Batterie Day 1: ottima partenza del nuoto azzurro a #Tokyo2020

Related

Angers vs Nantes: pronostico e possibili formazioni

L'Angers ospiterà il Nantes in Ligue 1 domenica 19...

Yamaha si prepara per lo sbarco in Moto2

Sottotraccia, i costruttori stanno tornando nella classe media del...

Superbike Barcellona: Sykes distrugge tutti in Superpole

Tra i due litiganti, il terzo gode. Con uno...

Nizza-Monaco: pronostico e possibili formazioni

L'Allianz Riviera ospita domenica 19 settembre un attesissimo Derby...

Belenenses-Gil Vicente: pronostico e possibili formazioni

Cercando di risalire dal fondo della classifica, il Belenenses...

Share

Al Tokyo Aquatic Centre, nella mattinata italiana hanno avuto inizio le prime batterie delle gare di nuoto di #Tokyo2020. Probabilmente uno degli sport più attesi dal grande pubblico, principalmente per il gran numero di atleti italiani schierati. In vasca per questa prima giornata le batterie di:

  • 400 stile libero maschili (in gara Gabriele Detti e Marco De Tullio)
  • 100 rana maschili (in gara Nicolò Martinenghi e Federico Poggio)
  • 400 misti femminili (Ilaria Cusinato e Sara Franceschi)
  • 400 misti maschili (Pier Andrea Matteazzi e Alberto Razzetti)
  • 100 farfalla femminili (Ilaria Bianchi ed Elena Di Liddo)

Cosa si vede all’orizzonte per gli azzurri?

Gli azzurri non sfigurano, inserendosi tranquillamente nell’ olimpo del nuoto mondiale. Alberto Razzetti riesce ad arrivare in finale nei 400 misti, seguito a ruota da Elena Di Liddo e Ilaria Bianchi che accedono alla semifinale nei 100 farfalla. Finale per il rotto della cuffia nei 400 misti per Ilaria Cusinato. Gabriele Detti accede con il terzo crono alla finale dei 400 sl, dopo una stagione vissuta non proprio al massimo. Nicolò Martinenghi e Federico Poggio si qualificano per le semifinali del 100 rana. Quarto crono per l’atleta varesino battuto in batteria dal re indiscusso della disciplina: Adam Peaty.

Batterie: 400 misti maschili

Alberto Razzetti

Alberto Razzetti può essere definito come la vera sorpresa della giornata. Oltre ad essere il primo nuotatore azzurro ad entrare in vasca a #Tokyo2020,insieme Pier Andrea Matteazzi, l’atleta ha portato avanti una prova esemplare nei 400 misti. Secondo posto in batteria in ex equo con Jay Litherland con un tempo di 4’09″91. Accede in finale con il quinto crono assoluto. L’altro italiano in gara (Matteazzi) conclude la batteria con un tempo di 4’16″31, rimanendo fuori dalla finale. A lottare per la medaglia troveremo:

  • Brendon Smith (AUS), 4:09.27
  • Lewis Clareburt (NZL), 4:09.49
  • Chase Kalisz (USA), 4:09.65
  • David Verraszto (HUN), 4:09.80
  • Alberto Razzetti (ITA) / Jay Litherland (USA), 4:09.91
  • Leon Marchand (FRA), 4:10.09
  • Max Litchfield (GBR), 4:10.20

400 misti femminili

Gara impegnativa per Ilaria Cusinato che ottiene l’ ultimo tempo utile per entrare in finale nei 400 misti. Dopo aver concluso la sua batteria con un’ ottima quarta posizione (4’37″44) l’ atleta si è vista scivolare nei crono complessivi. Sara Franceschi è invece la prima delle escluse con un tempo di 4’39″93. A contendersi la medaglia per questa specialità saranno:

  • Emma Weyant (USA), 4:33.55
  • Aimee Willmott (GBR), 4:35.28
  • Yui Ohashi (JPN), 4:35.71
  • Mireia Belmonte (USA), 4:35.88
  • Hali Flickinger (USA), 4:35.98
  • Viktoria Mihalyvari-Farkas (HUN), 4:35.99
  • Katinka Hosszu (HUN), 4:36.01
  • Ilaria Cusinato (ITA), 4:37.37

Batterie: 100 farfalla femminili

Stessa batteria per Elena Di Liddo e Ilaria Bianchi che spingono al massimo delle loro capacità, ottenendo entrambe ottimi piazzamenti e strappando un pass per le semifinali. Entrambe si piazzano al quinto posto rispettivamente con 57″41 (Di Liddo) e 57″70 (Bianchi), arrivando alle spalle della campionessa olimpica Sarah Sjoestroem. La svedese, dopo un infortunio al gomito durante la stagione, ha deciso lo stesso di gareggiare ottenendo il secondo crono complessivo. Le due italiane centrano la semifinale con il nono e il dodicesimo tempo. Incontreranno in semifinale:

  • Zhang Yufei (CHN) / Emma McKeon (AUS), 55.82
  • Sarah Sjostrom (SWE), 56.18
  • Torri Huske (USA), 56.29
  • Maggie MacNeil (CAN), 56.55
  • Louise Hansson (SWE), 56.97
  • Anastasiya Shkurdai (BLR), 56.99
  • Marie Wattel (FRA), 57.08
  • Elena di Liddo (ITA), 57.41
  • Claire Curzan (USA), 57.49
  • Katerine Savard (CAN), 57.51
  • Ilaria Bianchi (ITA), 57.70
  • Anna Ntountounaki (GRE), 57.75
  • Arina Surkova (ROC), 58.02
  • Svetlana Chimrova (ROC), 58.04
  • Brianna Throssell (AUS), 58.08

400 stile libero uomini

Gabriele Detti

Sorprende Gabriele Detti che, dopo un europeo deludente, piazza il terzo crono complessiva entrando tra i possibili contendenti alla medaglia. Il tempo del livornese ci fa ben sperare con un 3’44″67. Sconvolge l’esclusione del campione olimpico sulla distanza Mark Horton che non ha ottenuto la qualificazione. Dispiacere invece per Marco De Tullio, che ottiene il quinto posto in batteria non rientrando tra i finalisti. Una prestazione abbastanza deludente tenendo conto che la batteria dell’ italiano è stata probabilmente una delle più lente disputate. A concorrere per le medaglie saranno:

  • Henning Mühlleitner (GER), 3:43.67
  • Felix Auboeck (AUT), 3:43.91
  • Gabriele Detti (ITA), 3:44.67
  • Elijah Winnington (AUS) / Jack McLoughlin (AUS), 3:45.20
  • Kieran Smith (USA), 3:45.25
  • Jake Mitchell (USA), 3:45.38
  • Ahmed Hafnaoui (TUN), 3:45.68

Batterie: 100 rana maschili

Grandi soddisfazioni nei 100 rana maschili con il quarto crono conquistato dall’italiano Nicolò Martinenghi (58″68). L’atleta varesino ottiene il secondo posto in batteria dietro le spalle del maestro di specialità Adam Peaty che ha timbrato il pass per la medaglia d’oro con un incredibile 57″36. In semifinale anche Federico Poggio con il nono tempo complessivo (59″33) che lo aveva piazzato al quinto tempo in batteria. A giocarsi le semifinali saranno:

  • Adam Peaty (GBR), 57.56
  • Arno Kamminga (NED), 57.80
  • Michael Andrew (USA), 58.62
  • Nicolo Martinenghi (ITA), 58.68
  • Yan Zibei (CHN), 58.75
  • James Wilby (GBR), 58.99
  • Andrew Wilson (USA), 59.03
  • Felipe Lima (BRA), 59.17
  • Ilya Shymanovich (BLR) / Federico Poggio (ITA), 59.33
  • Lucas Matzerath (GER) / Ryuya Mura (JPN) , 59.40
  • Andrius Sidlauskas (LTU), 59.46
  • Fabian Schwingenschlogl (GER), 59.49
  • Anton Chupkov (RUS), 59.55
  • Kirill Prigoda (ROC), 59.68

Staffetta 4×100 stile femminile

Niente Italia per la staffetta 4×100 femminile. Domina l’Australia favorita all’oro nonostante non abbia schierato le sue migliori 4 atlete. A giocarsi il podio saranno:

  • Australia, 3:31.73
  • Netherlands, 3:33.51
  • Canada, 3:33.72
  • Great Britain, 3:34.03
  • United States, 3:34.80
  • China, 3:35.07
  • Denmark, 3:35.56
  • Sweden, 3:35.93

Nuoto Tokyo 2020: le squadre ufficiali


Quando si terranno le finali e le semifinali?

Le finali e le semifinali si terranno alle 3:30 della notte italiana.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20
spot_img
Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20