Marotta il ds Nerazzurro contro la decisione di rinviare le partite dell’Inter si arrabbia e dice che il campionato è falsato.

Marotta ha rilasciato in un’intervista al Corriere dello Sport dove dice che tutta la vicenda è stata trattata con leggerezza e andava gestita con tempistiche diverse. Lo sbaglio è stato quello del Presidente della Lega Dal Pino ha detta di Marotta perché la Lega aveva deciso di giocare a porte chiuse giovedì ma poi il Ministro Spadafora ha avuto dei dubbi sull’opportunità di giocare e lo ha sconsigliato e alla fine Dal Pino decidendo da solo ha deciso di annullare le partite. Ecco perché Marotta ha chiesto ed ottenuto un consiglio di Lega straordinario oggi a mezzogiorno. Si dice preoccupato per Inter-Sassuolo di domenica prossima perché per lui le porte chiuse non esistono, visto che non serve a fronteggiare l’epidemia. Lo sbaglio è stato anche non poter giocare Inter-Sampdoria di domenica scorsa anche a porte chiuse, e questa giornata di campionato andava rimandata per tutte le squadre. Ha detto che L’Inter è stata danneggiata e il calendario di maggio è incredibile. Alla domanda del giornalista se il campionato poteva concludersi Marotta ha risposto di si, se verranno rinviate altre partite. Infine si è chiesto con quale criterio Juve-Inter è stata rinviata prima di Inter-Sampodria, secondo lui il campionato è falsato, è alterato nei suoi equilibri. Inoltre basta pensare agli infortuni e alle squalifiche. Infine si devono pensare anche i risvolti psicologici di una squadra, dovuti alla classifica.

La risposta del Presidente della Lega Dal Pino.

Non si è fatta attendere la risposta del Presidente di Lega Dal Pino che ha parlato di polemiche inutili e sterili.

Dal Pino ha spiegato che lui e l’ad di Siervo hanno proposto all’Inter di giocare lunedì la partita Juve-Inter a porte aperte, ma l’inter si è rifiutata di scenderecin campo, dice che devono assumersi la sua responsabilità e che non devono parlare di campionato falsato. Dice che lui rappresenta tutte le esigenze della Serie A, deve pensare a promuovere il Campionato Italiano, e trasmettere a porte chiuse non avrebbe giovato a creare interesse per il Campionato stesso. La decisione di rinviare le partite è sua per Statuto, ma i club sono stati sentiti telefonicamente, ma ognuno aveva idee diverse. Dice inoltre di avere senso di responsabilità e di tutela per i tifosi, e deve anche conciliare l’esigenza dei cameramen per poter trasmettere immagini di di stadi pieno e di festa. Tutti secondo lui dovrebbero pensare al bene della Serie A piuttosto che al benessere individuale dei club. Spiega che solo venerdì i vertici della Lega hanno saputo che le tre regioni avrebbero riaperto le porte già dalla mezzanotte di oggi, rendendo il quadro diverso dal precedente.

Spiega ancora che il recupero della partita in questione potebbe arrivare anche prima del 13 maggio. Per questo stanno pensando di accelerare i tempi di recupero. Dal Pino spiega che l’interesse primario è quello del bene della nazione. Dice infine che anche in Premier League si rinviano le partite per via delle coppe. Conclude dicendo di non fare polemiche dove non ce ne sono.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20