Nel Monday Night della 31^ giornata di Serie A, vittoria fondamentale in chiave salvezza del Bologna, che tra le mura amiche del Renato Dall’Ara liquida 3-0 il Chievo.

Risultato fondamentale per la squadra di Sinisa Mihajlovic, che scavalca l’Empoli e si posizione al diciassettesimo posto, in piena zona salvezza.

Per i felsinei a decidere l’incontro sono le reti, tutte nella ripresa, di Pulgar – doppietta su calcio di rigore -, e di Dijks, al primo centro stagionale.

Notte fonda per il Chievo, che nonostante una buona prestazione offerta, è a solo 2 punti dalla matematica retrocessione in Serie B.

La partita :

Dopo il folto turnover fatto contro l’Atalanta, Mihajlovic ripropone nel suo Bologna tutti i titolari, fatta eccezione di Santander partito dalla panchina. El Ropero infatti risente ancora dei problemi fisici accusati nell’ultimo periodo. Il tecnico serbo ha quindi disegnato un 4-2-3-1 con Rodrigo Palacio unico terminale offensivo.

Per il suo Chievo invece, il tecnico Di Carlo opta per un massiccio turnover, che vede il giovane Vignato, classe 2000, affiancare Stepinski in attacco.

Inizio coriaceo degli ospiti, ma fin da subito la maggior qualità tecnica del Bologna prende il sopravvento. Prima occasione degna di nota al minuto numero 9, quando il direttore di gara Pairetto, dopo un on field rewiew, annulla una rete di Orsolini, bravo ad insaccare la sfera dopo un salvataggio miracoloso sulla linea di Depaoli.

Padroni di casa che non si scoraggiano e che continuano ad imporre il proprio gioco: bravo Sorrentino in due occasioni su Palacio e Soriano.

Il finale di tempo è di marca gialloblu, con Stepinski su tutti che prova ad impegnare la difesa del Bologna senza grossi risultati.

La prima frazione si chiude quindi a reti bianche, ma con un Bologna più arrembante del Chievo.

Nella ripresa i clivensi, complice anche la stanchezza, abbassano il proprio baricentro e i padroni di casa prendono il sopravvento. Tuttavia le grosse occasioni da rete latitano grazie ad un ottimo posizionamento dei difensori di mister Di Carlo.

La svolta del match arriva tra il 65′ e il 68′: prima Andreolli atterra fallosamente Soriano in area, successivamente Bani sgambetta Sansone lanciato a rete. Il comune denominatore in entrambe le circostanze è Erick Pulgar sul dischetto: il cileno è glaciale e fulmina per due volte un incolpevole Sorrentino portando il Bologna avanti per 2-0 nel giro di pochi giri di lancette.

Grande momento di forma per il centrocampista rossoblu, alla quinta realizzazione in campionato, dimostrandosi un cecchino dagli 11 metri.

Di fatto in quel momento si chiudono i giochi: neanche la girandola di cambi e l’ingresso di Giaccherini scuotono un Chievo ormai domo.

La concentrazione alla squadra veronese viene meno e nel finale Bani stende Palacio venendo espulso per somma di ammonizioni. A chiudere la festa per il pubblico di casa il primo gol in campionato dell’olandese Mitchell Dijks: ottima triangolazione in area con Sansone e diagonale che beffa Sorrentino, chiudendo il match sul 3-0.

La cura Mihajlovic continua a portare i suoi frutti al Bologna, che viaggia spedito verso la salvezza. Gli emiliani a tratti esprimono anche un buon gioco e una buona solidità difensiva. Rivitalizzati completamente sotto la guida tecnica dell’allenatore serbo, giocatori come Dzemaili, Sansone e il match-winner Pulgar. Segnali importanti arrivano anche dal giovane Riccardo Orsolini, sempre più protagonista. I punti di vantaggio sull’Empoli terz’ultimo sono ora 2.

Dopo undici stagioni consecutive, sembra invece giunta al capolinea l’avventura del Chievo in Serie A. I punti di ritardo dalla zona salvezza sono 19, troppi quando mancano sette giornate alla fine.

Tuttavia anche oggi la squadra di Mimmo Di Carlo ha dimostrato grande organizzazione e spirito di sacrificio, segno che nell’arco del campionato ha raccolto meno di quanto avrebbe meritato.

Tabellino :

BOLOGNA (4-3-3): Skorupski; Mbaye, Danilo, Lyanco, Dijks; Pulgar, Dzemaili, Soriano; Sansone, Palacio, Orsolini. All.: Mihajlovic.

CHIEVO (4-4-2): Sorrentino; Depaoli, Bani, Andreolli, Barba; Kiyine, Rigoni, Diousse, Leris; Vignato, Stepinski. All.: Di Carlo.

MARCATORI: 65′ rig Pulgar, 68′ rig. Pulgar, 89′ Dijks

ARBITRO: Pairetto di Nichelino

NOTE: Ammoniti Andreolli, Leris, Lyanco (B), Depaoli, Rigoni, Dioussé, Stepinski (CH), Lyanco (B). Espulso Bani (CH) per somma di ammonizioni.

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.