L’ allenatore dei Boston Celtics, Brad Stevens, ha spento sul nascere le voci circolate in questi giorni che lo accostavano agli Hoosiers di Indiana, in cerca di una guida tecnica dopo l’esonero di Archie Miller.

Cosa ha detto Brad Stevens?

La replica del coach dei Boston alle tante chiacchiere di wuesti giorni non lascia spazio a nessun dubbio. Queste le sue parole: “L’ ho detto l’altro giorno: non sto valutando l’ipotesi. Ho cercato di dirlo nel modo più chiaro possibile, assicurandomi anche che la gente capisse che per me quel posto è speciale. Non voglio sembri il contrario. Come ho detto l’altro giorno, però, sono molto riconoscente a questa organizzazione e alle persone che che lavorano qui e grato per ciò che hanno fatto per noi. Ho una guida incredibile nelle figure di Danny Ainge, Wyc Grousbeck, e Pags Steve Pagliuca, per tutto quello che hanno fatto e per come siamo stati tutti sostenuti. Stiamo affrontando una stagione difficile, e non affrontare le difficoltà non rientra tra i miei compiti. Adoro lavorare qui quotidianamente, adoro l’ambiente…la mia famiglia è felice…Allo stesso tempo, casa è casa. Per questo volevo che tutti capissero che per me significa molto. Detto questo, ribadisco, come già dichiarato martedi, che non sto considerando l’oprzione. Ora non so se mi troverò di nuovo a rispondere alla domanda lunedì, ma spero che la gente capisca. Chiunque assumano, spero resti per vent’anni e mi auguro che i ragazzi si sentano come mi sono sentito io. Ma non sono più un ragazzo. Sono un tizio quarantaquattrenne del Massachusetts…..Mangio Dunkin Donuts e tifo per i Patriost. Sono squilibrato da diversi punti di vista, suppongo”.

NBA: i Celtics mettono gli occhi su due giocatori

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20