Brescia-Venezia 2-0, le rondinelle volano alto

Anticipo del sabato tra la capolista Brescia e il Venezia quartultimo. Mirano in alto i lombardi e allungano sul Palermo che incontrerà lunedì il Verona in un turno casalingo.

Passaggio favorevole al Brescia nel trentaduesimo turno del campionato di serie B. Una partita giocata contro un Venezia reduce da quattro pareggi consecutivi. La squadra di Cosmi perde però tre punti rispetto al Foggia, vittorioso contro lo Spezia e diretto concorrente in zona retrocessione che rimane più alto in classifica.

Primo tempo

Parte in avanti il Brescia, secondo le aspettative, e impone il suo ritmo alla partita. Il Venezia aspetta gli attaccanti avversari per cercare poi di sfruttare le ripartenze. La prima vera occasione arriva al 9′ ed è appannaggio del Brescia. Dalla sinistra Donnarumma crossa in area dove trova Bigoli sul lato opposto che in solitaria riesce ad impattare di testa con palla che sbuccia la traversa superiore e si impenna verso il fondo.

Reagisce il Venezia che tre minuti più tardi si vede respingere un tentativo di tacco di Domizzi. Inizia ora una partita diversa, dopo un primo momento di studio le squadre si affrontano a viso aperto e arrivano interessanti occasioni da entrambe le parti. Al 19′ è il Venezia a pareggiare il conto dei pali con un tiro cross di Garofalo. Dieci minuti dopo Lombardi costringe il portiere avversario a respingere in angolo.

Il Brescia non vuole correre rischi e spinge un po’ di più creando maggiori occasioni. Ma al 43′ un lampo del Venezia quando solo Romagnoli riesce a negare il gol a Lombardi che si era trovato a tu per tu con Alfonso. Sul capovolgimento di fronte e in chiusura di tempo arriva invece il gol del vantaggio Bresciano. Martella dalla fascia sinistra scodella in area dove Torregrossa salta più in alto di tutti e infila alla spalle del portiere veneto. 1-0 si va al riposo.

Secondo tempo

Nella ripresa ancora occasioni per il Brescia. Subito Tonali poi Sabelli e Donnarumma stanno mettendo in difficoltà il Venezia che cerca la risposta tentando di tenere testa al Brescia e rendersi pericolosa in avanti. Coglie comunque delle buone occasioni e si avvicina al pareggio. Al 79′ arriva invece il colpo del ko. Raddoppio bresciano con un’abilità di Donnarumma che di tacco sulla linea di fondo riesce a mantenere la palla e servirla indietro dove Tonali ha buon gioco per infilare la porta avversaria. Entrambi gli allenatori sfruttano i tre cambi ma il risultato non subirà variazioni. Al termine dei 4 minuti di recupero assegnati dall’arbitro si leva alto il coro dei tifosi di casa che inneggiano a Mister Corini, artefice del buon percorso stagionale che sta seguendo la squadra.

Tabellino

BRESCIA (4-3-1-2): Alfonso; Sabelli, Cistana, Romagnoli, Martella (dal 14′ st Semprini); Dall’Oglio (dal 25′ st Dessena), Tonali, Bisoli; Viviani; Torregrossa (dal 41′ st Rodriguez), Donnarumma. Allenatore: Eugenio Corini.

VENEZIA (4-3-3): Vicario; Garofalo, Domizzi, Modolo, Bruscagin; Suciu (dal 13′ st Zennaro), Schiavone, Segre (dal 36′ st Vrioni); Bocalon (dal 23′ st Rossi), Di Mariano, Lombardi. Allenatore: Serse Cosmi.

Reti: al 44′ pt Torregrossa, al 35′ st Tonali

Ammonizioni: Suciu, Di Mariano, Dall’Oglio, Segre, Torregrossa

Please follow and like us:

Roberta Quaresima

Per dimostrarmi che non è mai troppo tardi e provare ad intraprendere un nuovo cammino professionale, ho iniziato a 50 anni a studiare e scrivere pensando di poterne fare un lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.