Campionati Europei Ciclismo: Viviani dopo Trentin. Il titolo resta in Italia

Il veronese della Deceuninck bissa il successo italiano nei campionati europei, vincendo il titolo ad un anno di distanza da Matteo Trentin

Percorso prova su strada

Elia Viviani è campiona europeo. Il veronese della Deceuninck Quick Step attacca nel finale insieme ad Ackermann e Lampaert, poi batte in volata il belga e succede nell’albo d’oro continentale il compagno di squadra e campione uscente, Matteo Trentin

Corsa subito dura, con un gruppetto di 25 corridori che si avvantaggia sul grosso del plotone. Proseguono gli scatti per diversi chilometri, fin quando dopo una lenta scrematura, si forma un gruppone di 59 fuggitivi. La tregua in gruppo dura fino al km 80, quando a rompere gli indugi è la nazionale italiana

Consonni, Viviani, Trentin e Cimolai imprimono una forte accelerazione al gruppo, in un tratto di corsa mosso e pieno di curve. Il plotone si spezza in più tronconi, e nel primo, oltre ai quattro italiani, ci sono tre tedeschi (tra cui Ackermann), un belga (Yves Lampaert), e l’olandese Langeveld

Alle loro spalle, staccati di quasi 40”, la nazionale olandese lancia l’inseguimento. Ma l’accordo davanti è totale, tanto che nonostante l’inferiorità numerica, i 13 di testa arrivano ad avere quasi 1′ di vantaggio. Superati i 3/4 di corsa, ecco un’altra intuizione dei ragazzi di Davide Cassani

Ai 25 km dalla conclusione Elia Viviani allunga sul gruppetto di cui faceva parte, seguito a ruota da Lampaert e Ackermann. Dietro si staccano Trentin, Cimolai e Consonni, che terminano il proprio lavoro in appoggio a Viviani. Nel gruppo prosegue l’inseguimento degli olandesi, che però restano staccati di 50” quando alla fine della corsa mancano meno di 20 km

Anche la Gran Bretagna si porta in testa al gruppo per aiutare l’Olanda. Le due nazionali, tagliate fuori dalla fuga, tentano disperatamente di riassorbire il terzetto di testa. Ancora 45” di vantaggio per Viviani, Ackermann e Lampaert all’inizio dell’ultimo giro del campionato europeo di Alkmaar

Accelerazione del gruppo grazie al lavoro di Dylan Van Baarle, ma per i tre battistrada ci sono ancora 30” di vantaggio ai 5 dalla fine. Allungo di Yves Lampaert ai 3 dalla conclusione. Viviani stacca Ackermann e raggiunge il belga. In difficoltà il tedesco, se la giocano Viviani e Lampaert

Lancia la volata Elia Viviani, che stacca Lampaert e va a laurearsi Campione d’Europa. Medaglia d’argento per il belga, bronzo per Pascal Ackermann. Beffato il gruppo, tirato ancora dalle nazionali olandese e britannica

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.