Da due giorni sono state dette le più svariate e furiose opinioni sulla Superlega Europea, ma in realtà il nuovo campionato che voleva salvare il calcio è quello che potrebbe soccombere dopo solo 48 ore dalla sua nascita. Alcune delle squadre che fanno parte del progetto si sono tirate indietro a causa delle proteste dei suoi tifosi più appassionati che hanno parlato di vergogna e di mercificare il tifo con obiettivi commerciali che nulla hanno a che fare con il Calcio.


Tribunale Madrid: vieta a Fifa e Uefa di bloccare la Superlega


Caos Superlega: cosa sta succedendo?

Ai tantissimi tifosi che stanno insorgendo contro la Superlega e i club che l’hanno creata si uniscono alcuni gruppi organizzati del tifo bianconero. Uno striscione a firma Viking recita il proprio dissenso totale nei confronti di questo progetto: “La nostra storia non va infangata, barattata e commercializzata. Noi siamo la Juventus Fc. No alla Superlega, Vergognati”. Erano arrivate voci in cui si diceva che il Presidente Agnelli si sarebbe dimesso dalla Juventus, ma è la stessa Juve con un comunicato che ha smentito tutto. Inoltre Arriva una conferma indiretta sulla scelta anche del Liverpool di rivedere le proprie decisioni attraverso un tweet di Kenny Dalglish che auspica che i club fondatori ritornino indietro e abbandonino il progetto.

Caos Superlega: le squadre Inglesi si tirano indietro

Delle sei società che hanno da subito aderito alla Superlega europea ne restano solamente tre senza tentennamenti almeno per ora. Si tratta di Arsenal, Liverpool e Tottenham, mentre per le altre è crisi profonda. Il Chelsea è in balia dei suoi tifosi, il City è ufficialmente uscito dalla Superlega e adesso è arrivata la notizia dal Manchester United che il Presidente Ed Woodward si è dimesso. Anche l’ex Spice Boy, David Beckham oggi presidente e proprietario dell’Inter Miami si è detto fortemente contrario allo spirito ce ha costruito la realtà della Superlega e lo ha spiegato in un lungo post su Instagram dove ha evidenziato la scelta sbagliata e contraria allo ‘spirito’ popolare del calcio.

A queste parole sentite hanno risposto migliaia di follower e appassionati che hanno dato ragione a Beckham. Tanti i like, tra cui alcuni che non sono passati in secondo piano come quelli di alcuni giocatori del Real Madrid.

Tifosi Chelsea contro la Superlega

Enorme protesta da parte dei tifosi del club di Abramovich tra i fondatori della neonata Superlega: una folla  con i colori del Chelsea è scesa in strada bloccando anche il pullman su cui viaggiava la squadra diretta allo Stamford Bridge per il match contro il Brighton. E’ dovuto intervenire Peter Cech per calmare gli animi e cercare di riportare la situazione alla calma.

In casa Liverpool i giocatori hanno deciso di unirsi virtualmente e di postare sui propri profili social lo stesso messaggio contro la Superlega. “Non ci piace e non vogliamo succeda. Questa è la nostra decisione collettiva. Il nostro sostegno a questo club e ai suoi tifosi è assoluto e incondizionato. Nessuno camminerà da solo”. A questo punto che è stato indetto un summit straordinario alle 22.30 di questa sera tra i fondatori per capire cosa si debba fare, o andare avanti o tirarsi definitivamente indietro. Mai parole sono state più vere: “non dire gatto se non ce l’hai nel sacco oppure tanto casino per nulla”. Il comunicato del City dice: “Il Manchester City Football Club conferma di aver formalmente avviato le procedure per ritirarsi dal gruppo di sviluppo di una Superlega Europea”.

Pagina Twitter The Super League: https://twitter.com/TSL_Italia

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20