Carolina Kostner…fuoco e ghiaccio

Carolina Kostner vanta di essere una grande atleta riconosciuta a livello internazionale, ma non è solo questo. Secondo il rapporto “Donne e Sport” elaborato da Repucom, azienda leader nelle ricerche di marketing sportivo, la “principessa dei ghiacci” è considerata l’atleta femminile più amata in Italia e tra le prime cinque al mondo per le sue grandi qualità, quali gentilezza, grazia ed eleganza. A farle compagnia sul “podio” abbiamo celeb internazionali, quali Maria Shaparova e le sorelle Williams.

GHIACCIO

Nel pattinaggio su ghiaccio, soprattutto se praticato ai livelli di Carolina, è richiesta la massima dedizione: bisogna amare fortemente questo sport per resistere alle competizioni, in quanto momenti di grande stress morale e fisico. Velocità e agilità sono requisiti indispensabili per competere, quindi, di conseguenza, il corpo della pattinatrice dev’essere sempre al massimo: flessuoso, leggero, senza grasso in eccesso e tonico. I distretti muscolari che maggiormente lavorano in fase di allenamento sono arti inferiori e glutei. Arti superiori e addominali vengono potenziati di conseguenza, grazie alla costante ricerca di equilibrio.

Anche la regina del ghiaccio nasconde un oscuro segreto: mangia quasi tutto! Il rovescio della medaglia però è che si allena ben cinque ore al giorno con amore e dedizione. Ecco svelata la formula del corpo perfetto della pattinatrice pluri-olimpica. La prima regola? Niente fritti. La preparazione atletica agonistica è incentrata su forza, coordinazione, resistenza e fiato: lo scopo è sviluppare una figura armonica

FUOCO

Come si dice? Non è tutto oro quello che luccica! Nel luglio 2012, Carolina Kostner ha ricevuto una spiacevole visita dalle autorità a scopo di antidoping. I funzionari però non erano lì per lei, ma per Alex Schwarzer, all’epoca suo fidanzato, nonché noto corridore olimpico e vincitore di un oro ai Giochi di Pechino 2008.

La Kostner ha dichiarato che Schwarzer non era presente e che lei non era al corrente del fatto che l’uomo ricorresse al doping per migliorare le proprie prestazioni. Schwarzer è stato successivamente trovato e il giorno seguente è risultato positivo al test. Alex non ha perso la medaglia, ma gli è stato imposto il divieto di gareggiare per tre anni e mezzo, senza contare la squalifica dai Giochi Olimpici di Londra 2012. Queste terribili conseguenze lo hanno indotto a lasciare lo sport.

Due anni dopo, in occasione dei Giochi Invernali di Sochi 2014, Carolina Kostner ha vinto una medaglia di bronzo. Nel frattempo Alex Schwarzer ha ammesso di aver fatto uso di doping e di aver mentito a Carolina: le sostanze di cui abusava erano nascoste ne frigorifero. Da quel momento in poi la campionessa è stata coinvolta in una battaglia legale senza fine, finché il Comitato Olimpico Italiano le ha imposto una sospensione di sedici mesi.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20