Caruso
Salvatore Caruso: Credit on Twitter

Il siciliano prova a seguire le orme del conterraneo Cecchinato: battuto il padrone di casa Simon in tre comodi set. Ora con Djokovic per la storia

Dopo un terrificante inizio, il tennis italiano al Roland Garros riponeva le sue speranze su Fabio Fognini, ma poi dal nulla è spuntato Salvatore Caruso. Per il 25enne di Avola, proveniente dalle qualificazioni, era già un grosso risultato poter partecipare a questo Open di Francia.

Invece, contro ogni pronostico, il tennis di casa nostra si ritrova a fare il tifo per un altro grande combattente del nostro bel paese. Quello di Caruso non è sicuramente un nome altisonante per i conoscitori del tennis, ma questo ragazzo si sta facendo strada nello Slam su terra battuta.

Infatti dopo aver battuto il NextGen Jaume Munar – scuola Rafael Nadal – all’esordio, il siciliano si è ripetuto contro l’idolo di casa Gilles Simon, numero 26 del seeding.

Per molti ‘Sabba‘ partiva già battuto, ma invece ha messo in mostra un’altra prestazione super, vincendo nettamente sotto gli occhi del pubblico francese.

Caruso ha infatti messo il piede sull’acceleratore già dai primi scambi, costringendo Simon ad arretrare il raggio di gioco. In più il francese concede una miriade di gratuiti, ritrovandosi a sorpresa sotto 5-0.

Simon con un lampo di classe riesce a salvare set point e bagel, ma soccombe poi nel game successivo per 6-1.

L’ex numero 6 del mondo, spinto dai numerosi ‘vas Gillou‘ del pubblico di casa sugli spalti, prova a reagire nel secondo parziale, ma il Caruso in campo oggi è un’autentica macchina da guerra.

Infatti il tennista azzurro è lucido nelle scelte, tranquillo e padrone assoluto degli scambi. Caruso continua a mettere in mostra colpi chirurgici e potenti, che fanno perdere i nervi al solitamente tranquillo Simon.

Il francese, adirato con se stesso, prova a caricarsi, ma anche il secondo set è vinto da Caruso per 6-2.

Arrivato a un bivio della sua partita e di questo Open di Francia, Simon nel decisivo set prova a giocarsi il tutto per tutto.

L’arrembaggio a rete nei primi giochi li riesce anche: complice un calo psico-fisico di Caruso, ‘Gillou’ sale 3-0.

Ma la crescita di ‘Salvo‘ si vede anche in questi momenti: è infatti bravo a mantenere alta l’asticella della tranquillità, e a riprendere saldamente le redini del match.

Infatti il numero 138 al mondo – 120 nella classifica live – effettua subito il contro-break, mettendo fine alle poche velleità di rimonta dell’avversario.

Simon resta in partita fino all’ottavo game, per poi perdere servizio e incontro con il punteggio di 6-1, 6-2, 6-4.

Altra vittoria e altra prestazione convincente di Caruso, che per la prima volta in carriera accede al terzo turno in un Grande Slam. In più quella contro Simon è la sua prima affermazione contro un Top 50.

Ora lo scoglio per il siciliano è quasi insormontabile: al prossimo turno troverà il numero uno al mondo e 15 volte vincitore Slam Novak Djokovic. Caruso mai fino ad ora ha affrontato un Top 10.

Il serbo si dimostra un cannibale negli Slam, e la vittoria comoda contro Laaksonen nel pomeriggio ne è la conferma.

Probabilmente Sabbo avrà negli occhi l’impresa del suo conterraneo Marco Cecchinato dello scorso anno al Roland Garros.

In quell’occasione Ceck ebbe la meglio proprio su Djokovic per poi spingersi incredibilmente fino alle semifinali.

Caruso ci proverà senz’altro, ma comunque vada questo Open di Francia resterà per lui indimenticabile.

Risultati:

S. Caruso b. [26] G. Simon 6-1, 6-2, 6-4

Tabellone completo

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.