Champions League, Ajax -Juventus 1-1: magia di Ronaldo, poi pari di Neres

Nell’andata dei quarti di finale di Champions League, la Juventus ottiene un pari prezioso all’Amsterdam Arena contro l’Ajax partendo così da una posizione di vantaggio in vista del ritorno martedì a Torino.

Tante emozioni fin da subito con i lancieri che imprimono un ritmo forsennato grazie al loro possesso palla ubriacante. Sono, però, i bianconeri a trovare il vantaggio in chiusura di tempo grazie ad una incornata di Ronaldo. Ad inizio ripresa Neres sfrutta un errore di Cancelo e pareggia i conti. Poi tanta sofferenza per i bianconeri messi più volte all’angolo dai padroni di casa che, però, nel finale rischiano la beffa con il palo di Douglas Costa.

LA PARTITA:

Allegri simchiera con il 4-3-3: davanti a Szczesny, coppia centrale formata da Bonucci e Rugani, con Cancelo ed Alex Sandro sugli esterni. A centrocampo, Pjanic, Matuidi e Bentancur. In attacco, Ronaldo, Mandzukic e Bernardeschi.

4-2-3-1 per l’Ajax di Ten Hag: Onana tra i pali, De Light e Blind in mezzo alla difesa, con Veltman e Tagliafico nel ruolo di terzini. A centrocampo, Schone e Van de Beek. In avanti, Zjech, Neres e alle spalle di Tadic.

Primo tempo:

Al 2′, Bernardeschi spara un sinistro che sorvola di pochissimo la traversa. L’Ajax non si lascia intimorire ed inizio ad attuare un calcio fatto di triangolazioni e tecnica sopraffina. In particolare, Zjech produce almeno due occasioni alle quali si oppone Szczesny da par suo. È però Van de Beek, al 25′, ad avere la migliore opportunità, ma la sua conclusione esce di un soffio. La Juve cerca di colpire in contropiede: al 37′, Matuidi serve Ronaldo, torre di quest’ultimo per Bernardeschi che si gira e calcia subito in porta trovando la deviazione decisiva di un difensore olandese. Due minuti dopo, viene ammonito Tagliafico per un fallo su Cancelo. A tempo scaduto, i bianconeri passano in vantaggio con la solita zampata di Ronaldo, che di testa fulmina Onana.

Secondo tempo:

L’Ajax trova subito il pareggio dopo soli due minuti: errore di Cancelo che innesca Neres, il quale avanza palla al piede, entra in area e con un preciso tiro a giro spedisce la palla nell’angolino. I lancieri riacquistano fiducia costringendo la Juve sulla difensiva. È sempre Neres a seminare il panico, ma pecca di lucidità sotto porta. Allegri decide di inserire Douglas Costa per Mandzukic nel tentativo di sfruttare gli spazi che i padroni di casa lasciano. Al 73′, si fa male Matuidi sostituito da Dybala. All’83’, è il neo-entrato Ekkelenkamp a sfiorare il vantaggio con tiro potente ma centrale. Due minuti dopo, Douglas Costa mette il turbo, sfugge a due avversari, entra in area e calcia sul palo. Si esaurisce qui una sfida avvincente. Tutto rimandato a martedì.

Il Tabellino:

AJAX (4-2-3-1): Onana, Veltman, De Light, Blind, Tagliafico, Schone (75’st Ekkelenkamp ), De Jong, Zijech, Van de Beek, Neres, Tadic. A disp: Dolberg, Ekkelenkamp, Huntelaar, Kristensen, Magallan, Sinkgraven, Varela. All. Ten Hag

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny, Cancelo, Bonucci, Rugani, Alex Sandro, Bentancur, Pjanic, Matuidi (75’st Dybala ), Bernardeschi, (90’st Khedira), Mandzukic (60’st Douglas Costa), Ronaldo. A disp : Perin, Douglas Costa, Dybala, Kean, Khedira, Spinazzola. All. Massimiliano Allegri

Marcatori: 45′ pt , Ronaldo (J), 47’st, Neres (A)

Arbitro: Del Cerro Grande (Spagna)

Angoli: 2-5

Recuperi: 2’pt , 4’st

Ammoniti: Tagliafico, Schone, Pjanic

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.