Nell’andata dei quarti di finale di Champions League, la Juventus ottiene un pari prezioso all’Amsterdam Arena contro l’Ajax partendo così da una posizione di vantaggio in vista del ritorno martedì a Torino.

Tante emozioni fin da subito con i lancieri che imprimono un ritmo forsennato grazie al loro possesso palla ubriacante. Sono, però, i bianconeri a trovare il vantaggio in chiusura di tempo grazie ad una incornata di Ronaldo. Ad inizio ripresa Neres sfrutta un errore di Cancelo e pareggia i conti. Poi tanta sofferenza per i bianconeri messi più volte all’angolo dai padroni di casa che, però, nel finale rischiano la beffa con il palo di Douglas Costa.

LA PARTITA:

Allegri simchiera con il 4-3-3: davanti a Szczesny, coppia centrale formata da Bonucci e Rugani, con Cancelo ed Alex Sandro sugli esterni. A centrocampo, Pjanic, Matuidi e Bentancur. In attacco, Ronaldo, Mandzukic e Bernardeschi.

4-2-3-1 per l’Ajax di Ten Hag: Onana tra i pali, De Light e Blind in mezzo alla difesa, con Veltman e Tagliafico nel ruolo di terzini. A centrocampo, Schone e Van de Beek. In avanti, Zjech, Neres e alle spalle di Tadic.

Primo tempo:

Al 2′, Bernardeschi spara un sinistro che sorvola di pochissimo la traversa. L’Ajax non si lascia intimorire ed inizio ad attuare un calcio fatto di triangolazioni e tecnica sopraffina. In particolare, Zjech produce almeno due occasioni alle quali si oppone Szczesny da par suo. È però Van de Beek, al 25′, ad avere la migliore opportunità, ma la sua conclusione esce di un soffio. La Juve cerca di colpire in contropiede: al 37′, Matuidi serve Ronaldo, torre di quest’ultimo per Bernardeschi che si gira e calcia subito in porta trovando la deviazione decisiva di un difensore olandese. Due minuti dopo, viene ammonito Tagliafico per un fallo su Cancelo. A tempo scaduto, i bianconeri passano in vantaggio con la solita zampata di Ronaldo, che di testa fulmina Onana.

Secondo tempo:

L’Ajax trova subito il pareggio dopo soli due minuti: errore di Cancelo che innesca Neres, il quale avanza palla al piede, entra in area e con un preciso tiro a giro spedisce la palla nell’angolino. I lancieri riacquistano fiducia costringendo la Juve sulla difensiva. È sempre Neres a seminare il panico, ma pecca di lucidità sotto porta. Allegri decide di inserire Douglas Costa per Mandzukic nel tentativo di sfruttare gli spazi che i padroni di casa lasciano. Al 73′, si fa male Matuidi sostituito da Dybala. All’83’, è il neo-entrato Ekkelenkamp a sfiorare il vantaggio con tiro potente ma centrale. Due minuti dopo, Douglas Costa mette il turbo, sfugge a due avversari, entra in area e calcia sul palo. Si esaurisce qui una sfida avvincente. Tutto rimandato a martedì.

Il Tabellino:

AJAX (4-2-3-1): Onana, Veltman, De Light, Blind, Tagliafico, Schone (75’st Ekkelenkamp ), De Jong, Zijech, Van de Beek, Neres, Tadic. A disp: Dolberg, Ekkelenkamp, Huntelaar, Kristensen, Magallan, Sinkgraven, Varela. All. Ten Hag

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny, Cancelo, Bonucci, Rugani, Alex Sandro, Bentancur, Pjanic, Matuidi (75’st Dybala ), Bernardeschi, (90’st Khedira), Mandzukic (60’st Douglas Costa), Ronaldo. A disp : Perin, Douglas Costa, Dybala, Kean, Khedira, Spinazzola. All. Massimiliano Allegri

Marcatori: 45′ pt , Ronaldo (J), 47’st, Neres (A)

Arbitro: Del Cerro Grande (Spagna)

Angoli: 2-5

Recuperi: 2’pt , 4’st

Ammoniti: Tagliafico, Schone, Pjanic

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.