fbpx
Settembre19 , 2021

Charles Leclerc Monaco: un brutto incidente di percorso

Related

Supercoppa Basket 2021: Venezia-Virtus e Brindisi-Milano le semifinali

Saranno Venezia-Milano e Brindisi-Virtus Bologna le semifinali della Supercoppa...

Il primo Campionato Italiano di Pump Track ha i suoi vincitori

Il primo Campionato Italiano di Pump Track ha i...

Raiola avvisa la Juve: “De Light può andare via”

Parla poco, ma quando lo fa non è mai...

Roma partenza da grande ma occhio all’Hellas

Una Roma compatta che concede poco, verso la trasferta...

Share

Il pilota della Ferrari Charles Leclerc ha dovuto ingoiare un boccone particolarmente amaro a Monaco. Ma ha superato la delusione per la mancata partenza della gara, spiega il 23enne prima dell’inizio del weekend di gara a Baku. Leclerc è un giovane pilota che non demorde ma cavalca gli ostacoli come un surfista in cerca dell’onda giusta che però non è ancora arrivata del tutto.


F1 e IndyCar: così diverse, così uguali


Charles Leclerc Monaco: un Gp mai iniziato

Per il pilota del Cavallino Charles Leclerc Monaco rappresentava la svolta, la possibilità di far sentire il suo peso in F1 ed invece è stato un vero disastro. Tutto è cominciato il giorno prima della gara, quando un incidente in qualifica ha portato Charles Leclerc alla pole nella partita casalinga a Monaco, visto che è stato il più veloce nel primo tentativo di Q3. Ma il giorno dopo a causa di quell’incidente la sua monoposto aveva dei problemi e Leclerc ha capito fin da subito che non sarebbe potuto scendere in pista. Il due volte vincitore del GP e autore della pole è rimasto deluso ma dopo la gara è salito sotto il podio per incitare il compagno di squadra Carlos Sainz, che ha limitato i danni con il secondo posto. Nel frattempo il boccone amaro è stato completamente digerito, come ci racconta Leclerc ai margini del corso di via Baku.

Charles Leclerc Monaco: cosa ha detto il pilota?

Leclerc dopo Monaco dice: “Non ci è voluto molto perché, come sempre quando ho un momento difficile, cerco di imparare le lezioni e di liberarmene il prima possibile. Ho imparato la lezione, alla fine ho dato il massimo perché volevo davvero questa pole. In Q3 volevo un po’ troppo e questo alla fine mi è costato l’inizio della gara. È un peccato, ma è così. Ora sto guardando Baku e non vedo l’ora di trasferirmi qui”. Il pilota inoltre aggiunge: “Ero molto preoccupato dopo l’incidente di sabato e ho guardato esattamente cosa stava facendo la squadra. 

Hanno controllato tutto ciò che era possibile prima della gara di domenica: non è così facile perché il tempo è poco. Tutto sembrava a posto e poi, quando il motore è stato avviato, io e il team eravamo fiduciosi che tutto sarebbe andato bene. Tutto andava bene nel primo settore, ma qualcosa si è rotto davanti al tunnel. Ho capito subito che sarebbe stato difficile fare il via, cosa che è stata confermata anche ai box”.

Leclerc: Baku un Gp difficile

Leclerc non si aspetta una partita facile a Baku. L’attesa è comunque grande. Il pilota profetizza: “Credo che qui saremo riportati alla realtà. Penso che Monaco fosse un’eccezione. Siamo stati in grado di lottare per la vittoria, il che è stato incredibile e ha dato a tutti una motivazione in più. Ma qui abbiamo i lunghi rettilinei e in generale stiamo viaggiando ad una velocità un po’ più alta, quindi penso che, nonostante le molte curve più lente, mostreremo ancora le prestazioni che avevamo prima del weekend di Monaco”.

Pagina Twitter F1: https://twitter.com/f1

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20
spot_img
Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20