Oggi 29 Giugno 2020 alle ore 21:00 allo Stadio Pier Cesare Tombolato è stata disputata la partita Cittadella-Spezia, vinto dal Cittadella 2-0.

Dopo tre risultati utili di fila il Grifo di Cosmi cade al Tombolato contro il Cittadella, punito dalla sfortuna e dai due rigori (uno per tempo) concessi ai padroni di casa da Illuzzi di Molfetta. 

Con sei assenze e Dragomir non convocato, Cosmi perde infatti in corsa Angella al 22′ e Rosi nella ripresa.

Dopo la palla gol non sfruttata in avvio (12′) da Iemmello alla fine risultano decisivi la freddezza di Diaw, a segno due volte dal dischetto.

E la grande serata di Paleari che ha chiuso ogni varco a un Grifo che ha provato comunque fino al 96′ a ribaltare il destino di una serata sfortunata.

Leggi anche: Parma-Inter 1-2: incredibile rimonta a 3 minuti dal finale.

Formazioni Cittadella-Perugia

Cittadella: (4-3-1-2) Paleari, Ventola, Adorni, Camigliano, Rizzo, Vita, Pavan, Proia, Panico, De Marchi, Djaw.

Perugia: (3-5-2) Fulignati, Sgarbi, Angella, Rosi, Mazzocchi, Nicolussi, Konate, Falzerano, Benzar, Melchiorri, Iemmello.

Primo Tempo

Grifo sotto di una rete sul campo del Cittadella alla fine di un primo tempo equilibrato e condizionato dalle tante assenze su entrambi i fronti.

Out 4 squalificati per Venturato che cambia 8 uomini rispetto all’ultimo match vinto a Frosinone.

Senza sei calciatori e con Dragomir lasciato a casa ,Cosmi conferma il 3-5-2 con la stessa difesa del match pareggiato col Crotone e, sostituisce Carraro con Konate in regia.

Lanciando Benzar sulla destra (con Mazzocchi a sinistra) e Melchiorri in tandem con Iemmello davanti.

Avvio difficile soprattutto per il baby centrocampista guineano, rispolverato dopo tanto tempo ‘in naftalina’ e già ammonito al 4′ per un’entrata troppo irruenta.

Il Grifo c’è e sembra tosto, ma manca qualità quando c’è da costruire (il doppio nel primo tempo le palle perse rispetto a quelle recuperate).

Anche se la palla-gol più clamorosa è biancorossa: al 12′ Iemmello ruba palla ad Adorni e scambia bene con Melchiorri ma si lascia poi ipnotizzare dal portiere Paleari.

A complicare ulteriormente i pani di Cosmi l’ennesimo infortunio di Angella, vero leader della squadra, fuori già al 22′ per un problema muscolare.

A prendere in mano le redini della retroguardia ci prova Rosi che, su un lancio lungo, dopo 40′ perfetti si vede sfilare via Diaw e prova invano a fermarlo con l’esperienza.

L’attaccante va già in area e l’arbitro indica il dischetto.

Giallo per Rosi e rigore trasformato dallo stesso Diaw, mentre Goretti si fa espellere dalla panchina per proteste.

Secondo Tempo

In avvio di ripresa il Cittadella, come un predatore ‘annusa’ le difficoltà del Grifo e va a caccia del colpo del ko.

A guidare l’assalto è Diaw, anticipato al 4′ da Rosi, chiuso un minuto dopo da Rajkovic e poi fermato al 6′ dall’assistente dell’arbitro che gli annullalla un gol di testa per fuorigioco.

Al quarto tentativo, il più facile, arriva il raddoppio.

Corner per il Cittadella e colpo di testa di Adorni con la palla che finisce sul braccio di Mazzocchi e l’arbitro che assegna il secondo rigore della serata.

Sul dischetto ancora Diaw che supera ancora Fulignati (pallone solo toccato con la punta delle dita).

Nel frattempo Cosmi aveva gettato in campo forze fresche, con Kouan e Nzita al posto di Konate e Benzar.

A dare la scossa sono però Buonaiuto, dentro al posto di uno Iemmello eclissatosi dopo la palla gol non sfruttata in avvio, e un Melchiorri versione ‘Libro Cuore’.

Suo l’assist per lo stesso Buonaiuto, che al 22′ non vede Kouan solo in area e calcia addosso a Paleari.

Prima di mancare di un soffio la porta in girata due minuti dopo su cross di Falzerano.

Quando perde anche uno stanchissimo Rosi, Cosmi getta nella mischia anche Capone e passa al 4-3-3 ma Melchiorri non trova la porta con due belle torsioni di testa.

E chiede invano il rigore dopo un fallo subito all’80’ (per l’arbitro era fuori area).

Paleari ci mette poi ancora i guantoni su Buonaiuto e Mazzocchi.

Mentre nel finale Buonaiuto lo supera in uscita ma non arriva poi sulla palla al momento di metterla dentro.

Dopo tre risultati utili di fila il Grifo va ko e scivola di nuovo a -4 dai playoff, mentre restano 6 i punti di vantaggio.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20