In Arabia Saudita in questi due giorni, 3 e 4 aprile, nella città di Al-‘Ula, si è tenuta la prima gara di Extreme E. I SUV elettrici sono scesi in “pista” guidati dai rispettivi piloti. 10 team formati ognuno da due guidatori, un uomo e una donna, si sono sfidati per la vittoria. Alla fine la Rosberg X Racing ha dominato la gara in Medio Oriente. Claudia Hurtgen, pilota tedesca, ha subito un terribile incidente dal quale per fortuna, è uscita illesa. La pilota gareggia con il compagno di squadra, lo svedese Mattias Ekstrom.


Extreme E: le regole della gara tra SUV


Claudia Hurtgen, com’è avvenuto l’incidente?

Sono stati attimi di terrore. Il SUV che guidava Claudia Hurtgen si è ribaltato più e più volte, tanto che in molti hanno temuto il peggio. Fortunatamente la pilota è uscita illesa, ovviamente lo spavento è stato grande: “È stato abbastanza difficile e poiché andavo troppo veloce non avevo visto una roccia che si trovava sul lato. L’incidente è stato causato da quello. Il primo problema per il team era che la radio non funzionava. Quindi io potevo sentirli ma non potevo dire che stavo bene. Allora ci è voluto un po’ di tempo prima di riuscire a comunicare. Ho aspettato un po’ e poi si è risolto tutto. In questo momento mi sento bene. Dopo l’incidente ho provato a capire se c’era qualcosa che non andava, ma ho visto solo un po’ di sangue. Non era davvero niente. Stavo bene. Mi stavo calmando in macchina mentre aspettavo il semaforo verde (che indica che è sicuro uscire dalla macchina). Non c’era nessun problema elettrico”.

Hurtgen avrà sicuramente preso un bello spavento ma l’importante è che non si sia fatta nulla. Ora testa alla prossima tappa che si terrà a maggio in Dakar, Senegal.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20