Conferenza piloti GP Sakhir

Nella giornata di ieri, si è svolta la consueta conferenza piloti in occasione del GP di Sakhir. Il gran premio è in programma per domenica 6 dicembre con la partenza prevista per le ore 18:00. Le vetture scenderanno in pista già nella giornata di oggi, in occasione delle prime due sessioni di libere.

Conferenza piloti GP Sakhir: Russell può vincere?

George Russell sostituirà Lewis Hamilton in occasione di questo gran premio. Il pilota della Williams, potrebbe quindi aggiudicarsi la sua prima vittoria in carriera con la W-11.

Ha parlato così Charles Leclerc in merito alla promozione di Russell :”Conosco bene George, da lui mi aspetto almeno un podio. Anzi, se dovessi scommettere punterei su di lui per la vittoria“.

L’inglese ha dimostrato di avere molto talento ma potrebbe risentire del poco feeling con la vettura con la quale ha effettuato solo la prova sedile. Il suo compagno di scuderia sarà sempre Bottas.

Il finlandese ha l’obbligo di vincere in assenza di Hamilton. Una vittoria di Russell potrebbe aprire scenari poco piacevoli per il pilota numero 77. Queste le sue parole su George Russell: “Consigli a Russell’? Sì, se me li chiederà. E’ un pilota giovane, ma quando mettiamo il casco alla fine siamo tutti uguali e vogliamo tutti vincere. E credo ci sarà anche competizione tra noi “.

Bottas che punta a finire al meglio questo mondiale, pensando già alla prossima stagione: “Non è vero che non ho più obiettivi da inseguire: voglio vincere le ultime gare e imparare il più possibile in vista prossimo Mondiale per tornare al massimo della forma nel prossimo inverno. Non ho alcuna pressione. Voglio sempre battere il mio compagno di squadra che si tratti di Hamilton, Russell oppure chiunque altro “.

Parla Verstappen

Reduce dal secondo posto del Gp del Bahrain, Max Verstappen ha rilasciato dichiarazioni importanti nella giornata di ieri.

L’olandese della Red Bull, data l’assenza di Hamilton, ha una grande occasione per centrare la sua seconda vittoria della stagione: “Purtroppo al momento siamo ancora un po’ più lenti della Mercedes, ma dobbiamo essere sempre pronti a capitalizzare ogni loro errore. Pensando alla nuova sfida in Bahrain, con una pista così corta sarà difficile ottenere un run pulito in qualifica, soprattutto con un tempo sul giro di 54 secondi. Credo che tutti in pista saranno entro 150 metri, in più non mi aspetto grossi distacchi tra le vetture“.

Sergio Perez fiducioso

Sergio Perez, dopo lo sfortunato ritiro di settimana scorsa, cerca il riscatto nel gran premio di Sakhir. L’ obiettivo è quello di trovare punti fondamentali per la classifica piloti e costruttori.

Queste le parole del pilota: “L’obiettivo per il fine settimana è quello di conquistare i punti che abbiamo perso nell’ultima gara in Bahrain. E’ un circuito emozionante e con queste vetture dovremmo impiegare meno di un minuto per completare un giro. Non c’è molto da ricordare. In generale penso che la gara sarà divertente e non vedo l’ora di scendere in pista “.

Conclude così: “ La pista potrebbe offrire tante opportunità e dobbiamo sfruttare questo aspetto al massimo“.

Le parole di Vettel

Sebastian Vettel è pronto per il Gp di Sakhir. Il tedesco, sembra essere un altro pilota rispetto a quello di inizio stagione. Il podio in Turchia ha ridato fiducia al quattro volte campione del mondo che ora vuole concludere al meglio la sua avventura con la Ferrari.

Queste le parole di Vettel su questo strano mondiale di Formula Uno: “La stagione 2020 è stata molto diversa dalle precedenti, ad iniziare da molte circostanze particolari. È stato un anno difficile, quindi non credo che si possa fare riferimento a qualcosa di preciso, in generale credo di aver avuto bisogno di più tempo per adattarmi a certe cose, ma ora sono in una posizione più tranquilla e non vedo l’ora che arrivino queste ultime due gare e poi il prossimo anno“.

Sull’arrivo di Mick Schumacher in F1 nel 2021: ” Ho visto suo padre vincere molte più gare di quante Mick ha potuto vedere con me, e ovviamente sarò sempre a sua disposizione per qualsiasi consiglio. Ma penso che sia molto importante per lui trovare la sua strada e seguirla, io ho cercato di fare la stessa cosa, ma quando ho avuto bisogno Michael mi ha sempre dato dei consigli, e da parte mia ho sempre cercato di fare la stessa cosa con Mick“.

Leggi anche: Mick Schumacher correrà per la Haas nel 2021

GP Sakhir: anteprima e orari tv

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20