Bauhaus brucia Consonni

Il corridore della Bahrain Merida evita la caduta nel finale, poi scarta Cima e in volata batte Consonni, vincendo la Coppa Bernocchi 2019

Altimetria Coppa Bernocchi 2019

Phil Bauhaus vince la Coppa Bernocchi 2019. Il corridore della Bahrain Merida si tiene lontano dai guai, evitando la caduta dell’ultimo chilometro. Poi nel finale brucia Consonni e Cima

Andatura veloce già nei primi chilometri, ma non ci vuole molto perché Alessandro Covi (Team Colpack), Mauricio Moreira (CajaRural-RGA), Marco Landi (Gazprom-Rusvelo), Nikita Stalnov (Astana) e Nicola Graziato (Sangemini-Trevigiani) riescano ad evadere dal controllo del gruppo

Il plotone lascia loro diversi minuti di vantaggio, margine che raggiunge al massimo i 5′. Nel gruppo è il Team Italia a controllare la corsa, mentre Moreira perde contatto dai compagni di fuga, venendo poco dopo riassorbito dal plotone

Stalnov vince il GPM, precedendo Graziato e Cova. Nel frattempo la Direct Energie va a sostenere l’azione dell’Italia. Il corridore dell’Astana vince per la seconda volta la salita del Piccolo Stelvio, ma alle sue spalle il compagno di squadra Lutsenko, forza il ritmo nel gruppo, spezzandolo in due tronconi

L’azione del kazako provoca una forte accelerazione nel plotone, tanto che i Bahrain Merida si incaricano del forcing. Azione che permette di riassorbire Landi. Proseguono gli allunghi nel gruppo, ma il Team Italia blocca ogni tentativo

Sulla quinta ascesa al Piccolo Stelvio Graziato si stacca, mentre Cova e Stalnov proseguono la loro azione. Il gruppo ha nel frattempo dimezzato il distacco grazie al lavoro congiunti di Italia, Direct Energie e Bahrain Merida. Stalnov scollina per primo anche per l’ultima volta sul Piccolo Stelvio, ma il plotone è ormai prossimo al ricongiungimento

Una volta ripresi i due superstiti della fuga, a partire sono Viviani, Lutsenko, Bisolti, Gabburo, Visconti, Canola, Grellier e Pierre Rolland. Il loro attacco gli frutta una trentina di secondi, ma al penultimo giro il gruppo torna prepotentemente sugli attaccanti, riassorbendoli a 8 km dall’arrivo

Proseguono gli scatti in testa, sopratutto da parte delle formazioni minori, ma le squadre più forti stoppano ogni allungo. Ai 5 dall’arrivo ci prova Baldaccini, ma il gruppo è attento e va a chiudere sul corridore della Colpack

Si arriva quindi in volata come da previsioni. Wanty e Bahrain Merida occupano le prime posizioni del gruppo, alle loro spalle la Dimension Data. Una caduta coinvolge molti corridori a metà gruppo, riducendo i contendenti per la vittoria. Lancia la volata Cima, ma Bauhaus e Consonni lo scartano. Nel finale Bauhaus brucia Consonni, andando a vincere la Coppa Bernocchi 2019

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.