Con la vittoria della Tunisia sul Madagascar si sono conclusi i quarti di finale della Coppa d’Africa. Le Aquile di Cartagine hanno posto così fine alla favola della squadra di Dupuis. Il risultato di 3-0, per la compagine di Giresse, ha completa il quadro delle semifinali che si giocheranno entrambi domenica 14 luglio: Senegal-Tunisia e Nigeria-Algeria.

La Tunisia spezza il sogno della matricola Madagascar

Ci hanno messo un quarto d’ora, nella ripresa, i tunisini, a mandare in frantumi i sogni di gloria del Madagascar. Sassi porta in vantaggio la Tunisia al 7’ con un tiro sporco, deviato da Fontaine. Poi, poco più tardi, al 15′, è arrivato il raddoppio di Msakni, capace di arroventarsi su un pallone mal respinto da Adrien. Sul finire della gara, in contropiede, il definitivo 3-0 di Sliti che sancisce il ritorno a casa dei sorprendenti Scorpioni d’Africa.

Africa bianca contro Africa nera

A dar vita alle semifinali saranno le sfide tra Senegal-Tunisia e Nigeria-Algeria. Sulla carta, le squadre di Koulibaly e Mahrez, partono con i favori del pronostico. Ma entrambe le sfide sono aperte a qualsiasi risultato. Ad oggi, tra queste quattro squadre, l’Algeria è quella che ha impressionato maggiormente. Anche contro la forte Costa d’Avorio, la squadra di Belmadi, ha saputo dimostrare la propria forza. La partita è finita alla lotteria dei rigori, ma ricordiamo che le Volpi del deserto, dopo il vantaggio di Feghouli (20′), avevano avuto il colpo del K.o. con il rigore di Bounedjah (48′). Se mai i maghrebini, avessero portato in porto la gara al 90′, per l’Algeria il percorso sarebbe stato netto. Tre vittorie nella fase dei gironi (Kenia, Senegal, Tanzania) e vittoria nei quarti sulla Guinea.

Il Senegal alla ricerca del primo titolo continentale

Tra le semifinaliste, i Leoni della Terranga, sono gli unici a non aver mai conquistato il massimo alloro continentale. La Nigeria è quella che ne ha conquistati di più, vincendo le edizioni del 1980, 1994 e 2013. La formazione delle Eagles, del 1994, è stata una delle realtà più forti del Continente africano di sempre. Ricorderemo la fatica dell’Italia di Baggio ad eliminarli dagli ottavi di Usa ’94. Tra le fila di quella formazione ricorderemo i vari Jay-Jay Okocha, il bomber Yekini, gli interisti Taribo West e Kwanku Kanu. Poi a seguire le Eagles, ci sono la Costa d’Avorio con due successi (1992, 2015) e la Tunisia con il trionfo del 2004.

Le probabili formazioni delle sfide delle semifinali

Domenica, 14 luglio, ore 18, Stadio 30 giugno (Il Cairo).

Senegal (4-3-3): Gomis; Gassama, Kouyaté, Koulibaly, Sabaly; Saivet, Ndiaye, Gueye; Diatta, Diagne, Mané. Allenatore: Aliou Cissé.

Tunisia (4-3-3): Hassen; Kechrida, Meriah, Bronn, Haddadi; Sassi, Skhiri, Chaalali; Khazri, Khenissi, Msakni. Allenatore: Alain Giresse.

Domenica, 14 luglio, ore 21, Stadio Cairo International Stadium (Il Cairo).

Algeria (4-4-2): M’Bolhi; Zeffane, Bensebaini, Mandi, Benlamri; Mahrez, Feghouli, Bennacer, Guedioura; Belaili, Bounedjah. Allenatore: Djamel Belmadi.

Nigeria (4-2-3-1): Akpeyi; Awaziem, Troost-Ekong, Collins, Omeruo; Ndidi, Etebo; Iwobi, Musa, Chukwueze; Ighalo. Allenatore: Gernot Rohr.


Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.