Con un tiro di Bounedjah, deviato da Sane, dopo neanche due minuti di gioco, l’Algeria conquista la Coppa d’Africa. Per le Volpi del deserto questa è la seconda affermazione, dopo quella del 1990. Anche allora i maghrebini vinsero di misura 1-0 sulla Nigeria, con una rete di Oudjani.

L’Algeria dopo 29 anni sale sul trono d’Africa

La squadra di Belmadi vince meritatamente la Coppa d’Africa. Per tutta la competizione l’Algeria è stata la formazione più convincente (un solo gol subito). Nella fase dei gironi è stata l’unica compagine a fare un percorso netto, vincendo tutte e tre le partite (Kenya, Senegal, Tanzania), poi negli ottavi ha battuto sonoramente la Guinea per 3-0 e nei quarti e semifinali ha meritato la qualificazione, superando i temibili ostacoli della Costa d’Avorio (ai calci di rigori) e Nigeria (2-1). Stasera l’Undici di Belmadi non ha disputato la miglior prestazione della manifestazione, ma ha centrato l’obiettivo più grande, quello di riportare ad Algeri il massimo trofeo continentale, dopo 29 anni.

La finale

Dopo nemmeno due minuti di gioco, un tiro di Bounedjah trova la deviazione di Sane, il sostituto dello squalificato Koulibaly e la palla s’impenna beffando Gomis. Il Senegal reagisce alla beffa, giocando probabilmente la sua miglior gara nel torneo, ma questo non gli basta per recuperare il risultato. Al 38′ l’ex attaccante di Milan, Genoa, Torino, Niang, con un bel tiro al volo, sfiora l’incrocio dei pali della porta difesa da Mbolhi. Al quarto d’ora della ripresa, i Leoni della Teranga, vengono illusi dalla possibilità di potere pareggiare l’incontro. Un traversone algerino sbatte sulla mano di Guedioura e Neant Alioum, il direttore di gara, decreta la massima punizione. Ma dopo la revisione al Var il camerunense torna sui suoi passi e annulla la decisione di assegnare il rigore al Senegal. Sei minuti dopo, è ancora Niang a cercare di provare a battere Mbolhi, ma il suo tiro colpisce solo la rete laterale. All’83’ l’occasione più ghiotta per i Leoni della Teranga: Sarr dal dischetto, gira al volo una forte conclusione, ma la palla sorvola la traversa. Per la squadra di Cissé questa è l’ultima occasione e così per il Senegal sfuma la possibilità di mettere, ancora una volta, nella propria bacheca la prima Coppa d’Africa.

Gli uomini di Belmadi

Bennacer è stato insignito come il migliore giocatore del torneo, ma molti altri giocatori dell’Algeria meritano un plauso. A partire dal centravanti Bounedjah, che ha aperto e chiuso il conto delle segnature per le Volpi del deserto. Sua la prima rete nel match d’apertura contro il Kenya e sua la marcatura di questa sera (anche se viziata da un’evidente deviazione ndr). Poi come non citare il giocatore più rappresentativo della squadra, quel Mahrez, ala del Manchester City, che con quella punizione al 94′ contro la Nigeria ha portato gli uomini di Belmadi in finale. Ma dobbiamo anche menzionare giocatori come Sofiane Feghouli o Belaili che sono stati determinanti per tutta la fase del torneo.

Il tabellino di Senegal-Algeria

Senegal (4-2-3-1): Gomis; Gassama, Sané, Kouyatè, Sabaly; Gueye, Ndiaye (Diatta 59′); Sarr, Saivet (Diagne 75′), Mané; Niang (Keita Balde 85′). Allenatore: Aliou Cissé.

Algeria (4-1-4-1): M’Bolhi; Zeffane, Mandi, Belamri, Bensebaini; Guedioura; Mahrez, Feghouli (Tahrat 85′), Bennacer, Belaili (Brahimi 84′); Bounedjah (Slimani 89′). Allenatore: Djamel Belmadi.

Rete: Bounedjah (2′).

Arbitro: Neant Alioum (Camerun).

Ammoniti: Bensebaini (33′), Belaili (54′), Gueye (79′), Gassama (80′), Mandi (90′), Guedioura (93′).

Stadio: Stadium Cairo International (Il Cairo).

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.