Coppa Davis
Coppa Davis: Foto via [email protected]
Gli azzurri si presentano a questo nuovo formato della Coppa Davis con la miglior formazione possibile. Girone ostico con Stati Uniti e Canada

Mentre l’attenzione è rivolta agli ultimi appuntamenti della stagione, con Berrettini e Fognini a dar battaglia per un posto nelle Finals di Londra, sono state diramate le convocazioni per la fase finale della Coppa Davis 2019.

La competizione, giunta all’edizione n.108, si terrà dal 18 al 25 novembre a Madrid, con diciotto squadre ammesse a loro volta suddivise in sei gironi da tre.

Le prime classificate di ciascun raggruppamento e le due migliori seconde accederanno ai quarti di finale. Chi raggiunge le semifinali, che saranno programmate il sabato, si qualificherà di diritto alle Finals del prossimo anno. Domenica ci sarà poi la finale.

Ogni incontro – in gergo tennistico chiamato tie – prevede due incontri di singolare ed uno di doppio, tutti al meglio dei tre set.

Quest’anno va in scena per la prima volta questo discusso e contorto formato della Coppa Davis. Ciò toglie un pò di storia alla competizione, ma un ammodernamento forse era necessario.

Infatti ciò ha portato le stelle più luminose del tennis mondiale ad accettare la convocazione del proprio paese di provenienza. Questo mini-mondiale rende più incerta la corsa al titolo e aumenta la bagarre tra le squadre.

Superfluo dire che chi vince la Coppa Davis porta a casa la famosa insalatiera. Partirà quindi a breve la caccia alla Croazia campione in carica.

Mai come quest’anno il roster della nazionale italiana sarà di primo ordine, soprattutto grazie alla presenza di Fabio Fognini e Matteo Berrettini.

I due tennisti in questa stagione hanno ottenuto grandi risultati, issandosi in pianta stabile alle pendici della Top 10 mondiale.

Oltre ai due già citati, il Capitano Corrado Barazzutti per difendere i colori azzurri sul duro indoor della Caja Magica di Madrid ha convocato anche Lorenzo Sonego, Andreas Seppi e Simone Bolelli.

Per Sonny si tratta dell’esordio assoluto in nazionale. L’Italia è stata sorteggiata nel Gruppo F, un raggruppamento ostico che vede anche la presenza di Stati Uniti e Canada.

Il team a stelle e strisce non potrà contare sul suo miglior giocatore, quel John Isner ai box a causa di un infortunio. Gli americani presenteranno comunque una buona formazione con Querrey, Fritz, Opelka, Tiafoe e Sock.

Molto temibile è anche la squadra canadese, con cui esordiremo lunedì 25. Un quintetto giovane ma dal sicuro avvenire che può contare tra le proprie fila gente del calibro di Denis Shapovalov, Felix Auger-Aliassime e Milos Raonic.

Nonostante la superficie veloce da sempre non sia amica dei nostri colori, in questa stagione la musica sembra finalmente cambiata. Anche sul cemento infatti il gap con le altre formazioni si è molto assottigliato.

“Ho sempre sperato di avere una squadra così forte, con un grande futuro”, ha dichiarato Capitan Barazzutti al sito della Federtennis“Arriviamo a queste finali con tante speranze in più e la consapevolezza di essere molto competitivi, avendo massimo rispetto dei nostri avversari, come loro del resto terranno in grande considerazione la nostra squadra. Potevamo pescare un po’ meglio, ma sono convinto che anche loro non siano troppo contenti di incrociare l’Italia in questo momento“.

Per questa Coppa Davis l’Italia parte quindi con la valigia piena di buone sensazioni, con la possibilità concreta di far bene e andare il più avanti possibile nel torneo.

Non mancherà una nutrita parata di stelle nell’aperta caccia all’insalatiera: presenti Djokovic, Nadal e Medvedev su tutti. Assente la Svizzera di Roger Federer e Stan Wawrinka.

Gironi e convocati –

Gruppo A*
Francia: G. Monfils, B. Paire, J-W. Tsonga, P-h. Herbert, N. Mahut
Serbia: N. Djokovic, D. Lajovic, V. Troicki, F. Krajinovic, J. Tipsarevic
Giappone: Y. Nishioka, Y. Uchiama, T. Daniel, B. McLachlan, Y. Sugita

Gruppo B
Croazia: M. Cilic, B. Coric, M. Pavic, N. Metkic, I. Dodig
Spagna: R. Nadal, R. Bautista, F. Lopez, P. Carreño, M. Granollers
Russia: D. Medvedev, K. Khachanov, A. Rublev, E. Donskoy

Gruppo C
Argentina: D. Schwartzman, G. Pella, L. Mayer, H. Zeballos
Germania: J-L. Struff, P. Kohlschreiber, D. Koepfer, A. Mies, K. Krawietz
Cile: C. Garin, N. Jarry, M. Barrios, H. Podlipnik

Gruppo D
Belgio: D. Goffin, K. Coppejans, J. Vliegen, S. Darcis
Australia: A. de Minaur, N. Kyrgios, J. Millman, J. Thompson, J. Peers
Colombia: J.S. Cabal, R. Farah, S. Giraldo, D.H. Galán, A. Gonzalez

Gruppo E
Gran Bretagna: A. Murray, D. Evans, J. Murray, N. Skupski
Kazakistan: A. Bublik, M. Kukushkin, D. Popko, A Nedovyesov, A Golubev
Olanda: R. Haase, T. Griekspoor, B. Van de Zandschulp, W. Koolhof, J-J Roger

Gruppo F:
Stati Uniti: T. Fritz, R. Opelka, S. Querrey, F. Tiafoe J. Sock
Italia: M. Berrettini, F. Fognini, L. Sonego, A. Seppi, S. Bolelli
Canada: F. Auger-Aliassime, M. Raonic D. Shapovalov, V. Pospisil

* La prima squadra è testa di serie

Calendario Coppa Davis 2019

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20