fbpx

Coppa del Mondo 2022: Cosa succede nel gruppo E?

Date:

La Coppa del Mondo Fifa porta con sé la possibilità di sconvolgimenti, circostanze imprevedibili e il fastidio delle polemiche. Inoltre, porta i contendenti a un tavolo che spesso ha permesso di ospitare solo le nazioni europee e sudamericane. Il Mail & Guardian analizzerà ogni gruppo prima dell’inizio della competizione per determinare chi potrebbe essere la nazione che sostituirà la Francia come campione del mondo. Il Gruppo E è composto da Spagna, Germania, Costa Rica e Giappone.

Spagna

Qual è il loro problema?

Il declino della squadra spagnola è stato un’esperienza estenuante. Solo un decennio fa, non c’era una nazionale che si avvicinasse alla Spagna, che però si è adagiata sugli allori, non integrando i giovani talenti nella squadra nazionale abbastanza rapidamente da permettere loro di imparare dai più esperti. Ora le conseguenze si vedono e se il 34enne Sergio Busquets batterà Rodri per un posto da titolare nella partita inaugurale contro la Costa Rica, dimostrerà che gli spagnoli sono rimasti fermi a quell’epoca d’oro. Ma va detto che questa squadra non è neanche lontanamente paragonabile a quella che vinse la Coppa del Mondo nel 2010, ma è comunque un’ottima squadra, capace di battere qualsiasi squadra in giornata. La Spagna ha perso solo una volta nel 2022. Arrivando al torneo con questo tipo di forma, salvo sconvolgimenti, dovrebbe lottare con la Germania per vincere il girone.


La Spagna presenta una rosa di 26 uomini per la Coppa del Mondo FIFA: tutti i convocati

Giocatori di spicco

Giocatori come Rodri e Aymeric Laporte del Manchester City saranno fondamentali per la Spagna a livello di centrocampo e difesa. Ma al momento c’è un solo fuoriclasse in Spagna: il centrocampista del Barcellona Pedri. A soli 20 anni, sembra che sia in circolazione da molto tempo. Ha il feeling di Andrés Iniesta, ma più veloce, e questo Mondiale potrebbe essere il momento in cui annuncerà la sua intenzione di essere un futuro vincitore del Pallone d’Oro. Se Pedri non avrà problemi, potrebbe ispirare la Spagna ad andare lontano in questo torneo, ma se dovesse crollare sotto la pressione, potremmo assistere a una ripetizione delle ultime due campagne di Coppa del Mondo della Spagna, dove è uscita nella fase a gironi nel 2014 e negli ottavi di finale nel 2018.

La Germania

Qual è il loro problema?

Come la Spagna, la Germania è andata incontro a un graduale declino dopo la vittoria della Coppa del Mondo nel 2014. Sembra anche che si trovi in una fase di transizione dopo che Joachim Löw ha concluso il suo periodo di 15 anni come allenatore capo nel 2021. In questa Coppa del Mondo manca un finalizzatore, ma come dimostra la storia, è inevitabile che Thomas Muller finisca sul tabellino dei marcatori qualche volta. Hanno Serge Gnabry, Leroy Sane e Kai Havertz, che possono tutti contribuire con i loro gol, ma un numero nove predatore avrebbe completato una squadra tedesca molto equilibrata. Non c’è dubbio che la Germania vorrà evitare di ripetere l’esperienza del 2018, quando fu eliminata in un girone che era difficile la metà di questo, e ci riuscirà se si atterrà al calcio tecnicamente valido che ci aspettiamo da loro.

Giocatore titolare

Le somiglianze tra Germania e Spagna continuano ad aumentare. Anche la loro stella in questa Coppa del Mondo sarà un giovane che ha il potenziale per diventare uno dei migliori al mondo. Il centrocampista del Bayern Monaco Jamal Musiala ha realizzato 7 gol e 9 assist in 14 partite di Bundesliga in questa stagione. La sua rapidità di piedi e la sua abilità tecnica lo rendono una seria minaccia su cui gli avversari potrebbero dover raddoppiare i difensori. Musiala è anche uno di quei giocatori di estro che fanno scatenare il pubblico. A soli 19 anni, potrebbe essere la migliore occasione per la Germania di lottare per raggiungere il Brasile come cinque volte vincitore della Coppa del Mondo.

Costa Rica

Qual è il loro problema?

La Costa Rica ha affrontato un gruppo simile a questo nel 2014: Inghilterra, Italia e Uruguay. Prevedendo di essere i più forti nel loro gruppo, la nazione centroamericana ha vinto in modo convincente. Anche nel 2014 hanno messo insieme un percorso che li ha portati a raggiungere i quarti di finale. Battuta solo una volta nel 2022, la Costa Rica inizierà i Mondiali da sfavorita, ma basta una partita per cambiare l’opinione di tutti. Se riusciranno a incanalare lo spirito del 2014, potrebbero creare problemi a tutte e tre le squadre di questo gruppo.


I convocati del Costa Rica per i Mondiali del Qatar 2022

Giocatore di punta

Il portiere del PSG Keylor Navas dovrà essere di nuovo al meglio, proprio come nel 2014. Nel corso degli anni, ha prodotto prestazioni eccezionali che lo hanno visto aiutare il Real Madrid a vincere la Champions League e il PSG a vincere il campionato francese. In un gruppo come questo, le prestazioni dell’atletico e agile portiere potrebbero essere fondamentali per dimostrare quanto la Costa Rica voglia uscire dal gruppo.

Giappone

Qual è il loro obiettivo?

Alla settima partecipazione consecutiva alla Coppa del Mondo, il Giappone sembra avere una tendenza che lo vede arrivare al turno a eliminazione diretta e poi non riuscire a uscire dal gruppo nel torneo successivo. Se continua così, quest’anno non riuscirà a uscire dal gruppo. Arrivano al torneo avendo perso solo due volte nelle loro ultime 14 partite internazionali e di solito rappresentano una sfida per qualsiasi squadra che affrontano. I giapponesi si schierano in una formazione 4231, ma non si siedono e non aspettano che gli avversari li attacchino. Sono disposti a spingersi in avanti in qualsiasi momento e hanno giocatori precisi e tecnicamente efficienti nel loro attacco. Sperano in un buon risultato nell’esordio contro la Germania e, dopo che i connazionali della Corea del Sud li hanno messi fuori gioco nel 2018, la Germania diffiderà dei punti di forza del Giappone.

Giocatore titolare

Sebbene ai giapponesi piaccia giocare un calcio d’attacco, il loro fuoriclasse si trova in difesa. La diversità di Takehiro Tomiyasu dell’Arsenal gli permette di giocare in qualsiasi zona della retroguardia. Non molto tempo fa, in Premier League, ha messo sotto scacco Mohamed Salah. Questo significa che è in grado di tenere a bada i migliori attaccanti del mondo nella sua giornata, e se il Giappone vuole andare avanti e giocare un calcio d’attacco, il contributo di Tomiyasu in difesa sarà fondamentale per assicurarsi di non essere scoperti dietro.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share post:

Subscribe

spot_imgspot_img

Popular

More like this
Related

Diciannovesima giornata Bundesliga 2022/2023: il punto

Nella diciannovesima giornata Bundesliga 2022/2023 il Bayern Monaco conquista...

Portimonense vs Pacos de Ferreira – probabili formazioni e ultime notizie

Alla ricerca della prima vittoria in sette partite in...

Rayo Vallecano vs Almeria – probabili formazioni e ultime notizie

Il Rayo Vallecano cercherà di ottenere una serie di...

I migliori giochi di volley: molti di più di quanti ne conoscevi

Il mondo dei giochi on line è estremamente vario....