Al termine della sfida di Coppa Italia tra Lazio e Parma, Inzaghi e D’Aversa hanno analizzato il match. La gara che si è disputata allo stadio Olimpico di Roma, si è conclusa in favore della Lazio. I biancocelesti si sono qualificati ai quarti di finale dove incontreranno l’Atalanta di Gasperini. I crociati invece tornano casa a mani vuote.


Inzaghi opta per il turnover e vince contro il Parma


Coppa Italia, Inzaghi: “La partita? Ottimo primo tempo”

Simone Inzaghi al termine della partita contro il Parma ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Rai Sport: “Abbiamo fatto un ottimo primo tempo e creato tanto, preso due pali e approcciato bene la gara. Non sono partite scontate, anzi, poi abbiamo fatto solo un gol nel secondo non abbiamo approcciato come nel primo e poi abbiamo preso un gol rivedibile perché abbiamo commesso un errore che non avremmo dovuto commettere poi il gol di Muriqi ha chiuso la partita“. Su Muriqi autore del gol della vittoria dice: “Non dimentichiamo che non ha fatto il ritiro con noi, poi ha avuto il Covid e in Nazionale si è infortunato. E’ in ritardo di condizione ma si sta allenando benissimo e sta cercando di inserirsi nel migliore dei modi, è stato sfortunato in occasione del palo ma poi ha fatto un gol da centravanti vero“.

Inzaghi spende anche due parole su Lulic che dopo quasi un anno è rientrato in campo: “È la nota più bella della qualificazione, il ritorno del nostro capitano. Sappiamo cosa ha passato, non mi aspettavo che entrasse così bene e ha anche salvato una rete sulla linea. Adesso deve ritrovare la condizione ma sono sicuro che ci darà una grande mano“. Sul rinnovo invece: “Non è un problema il mio rinnovo, il problema era ritornare ai nostri ritmi e ritrovare i nostri giocatori. Nelle ultime quattro gare li abbiamo recuperati e poi dopo il derby è successo l’imprevisto di Luiz Felipe e di Luis Alberto“.

Inzaghi: “Stiamo valutando il mercato”

Simone Inzaghi durante il suo intervento a Rai Sport accenna anche al mercato: “Stiamo parlando con la società per capire bene i tempi di Luiz Felipe, ci stiamo guardano attorno perché in difesa abbiamo le rotazioni corte. Papastathopoulos? Sicuramente è uno di quei profili che si sta vagliando ma il mercato di gennaio non è semplice, i giocatori che giocano con continuità difficilmente vengono fatti partire stiamo vedendo la soluzione migliore per noi“. In merito a Correa dice: “Correa può sostituire Luis Alberto, l’ho fatto anche l’anno scorso a Brescia ma il Tucu deve avere la condizione migliore. È rientrato stasera da dicembre ma lo aspettiamo a braccia aperte, in questi 35 minuti ha dimostrato di stare bene“.

Infine l’allenatore conclude parlando della Champions: “Avevamo due obiettivi riconfermarci in Champions e centrare gli ottavi, gli ottavi li abbiamo centrati in campionato abbiamo qualche punto di ritardo. La gara con il Bayern sarà proibitva ma sono convinto che con tutti i giocatori a disposizione ce la saremmo potuta giocare al meglio ora l’assenza di Ramos è sicuramente pesante“.

D’Aversa: “Peccato per il risultato, la squadra ha giocato bene”

Roberto D’Aversa dopo la partita contro la Lazio è stato intervistato da Rai Sport: “Credo fosse normale sperare di giocarci i supplementari. Un peccato, perché la squadra ha giocato una ottima partita senza portare a casa un risultato positivo. Non posso rimproverare nulla ai ragazzi che sono scesi in campo. Mihaila è un calciatore dalle potenzialità enormi, ma deve migliorare a livello di struttura. Non ho rinunciato ad alcun titolare, chi non è venuto aveva problemi fisici. Lo staff ha valutato delle scelte ma sono state distorte. Chi ha giocato è stato scelto perché garantiva la prestazione e mi sembra che sia stato così. Non snobbiamo la competizione, non ci piace perdere neanche le partitelle in allenamento. La formazione non la metto in campo guardando la carta d’identità”.

L’allenatore ha poi concluso parlando degli aspetti da migliorare: “Credo sia una questione di malizia. A volte commettiamo errori per eccesso di generosità e inesperienza. Quando si gioca con i giovani può accadere. Occorre dare ai ragazzi il tempo di crescere, l’esperienza si fa giocando. Due partite con la Lazio e una con il Sassuolo e siamo sempre a recriminare. Significa che commettiamo troppi errori e non riusciamo a portare a casa il risultato. Dobbiamo migliorare su questo aspetto e accelerare il nostro percorso di crescita, soprattutto in campionato altrimenti rischiamo di non fare punti. L’esperimento di Kurtic è positivo ma è dettato dall’emergenza, non avevamo centrali. I gol che abbiamo preso però sono comunque evitabili non possiamo permetterci di subire reti da cross dalla trequarti”.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20