La 33esima giornata del campionato di Serie B è ormai alle porte. Lecce – SPAL è una delle partite in programma per domani, sabato 10 aprile alle 14.00. La gara che si giocherà allo stadio Via del Mare, verrà trasmessa sui canali DAZN. Entrambe le squadre puntano alla vittoria e ad incassare i tre punti. Corini e Rastelli hanno presentato il match durante le rispettive conferenze stampa.


Lecce – SPAL, in Tv e formazioni


Corini e Rastelli, quali le parole degli allenatori?

Gli allenatori di Lecce e Spal hanno tenuto le rispettive conferenze stampa alla vigilia della 33esima giornata di campionato. Il tecnico del Lecce, mister Corini, ha detto: “La SPAL era già ben allenata con Marino, ora Rastelli sta portando avanti il buon lavoro iniziato con l’avvento della nuova stagione. Troveremo una squadra in crescita ma anche in continuità con quanto di buono fatto in precedenza. L’aspetto tattico è rimasto lo stesso, con il gran lavoro difensivo e di squadra volto poi a premiare i terminali offensivi che potrebbero essere Floccari o il recuperato Asencio visto lo stop di Paloschi. Il calo che hanno avuto dimostra quanto questo campionato sia difficile e livellato verso l’alto. La SPAL è lì, può anche riagganciarsi al discorso promozione diretta in caso di vittoria e noi dobbiamo impedirlo”.

La condizione dei giallorossi è buona: “La squadra fisicamente sta molto bene ed il match di Pisa l’ha dimostrato. E’ vero che nel primo tempo abbiamo sofferto qualche palla lunga degli avversari ed i nerazzurri hanno difeso molto bene, ma sono cose da mettere in preventivo perché ci sono sempre gli avversari e bisogna saperlo e sapere che si può soffrire. Nella ripresa però poi abbiamo fatto bene sotto ogni punto di vista, attaccando con continuità e subendo zero. Ciò dimostra che la condizione è ottimale, visto il crescendo di prestazione messa sul campo“. Infine Corini ha concluso dicendo: “Per essere matematicamente promossi dobbiamo fare 14 punti, e noi dobbiamo concentrarci su questo obiettivo non facendoci distrarre da altri calcoli. E’ molto difficile, ma siamo riusciti a mettere un piede davanti agli altri e dobbiamo fare il possibile per mettere anche l’altro. Serve proseguire su questa strada, abbiamo le qualità per farlo ma non dobbiamo mai mollare la presa“.

Rastelli: “Il Lecce è una squadra fortissima”

Massimo Rastelli tecnico della SPAL, alla vigilia della sfida contro il Lecce ha detto: “E’ una squadra fortissima, costruita per vincere il campionato come d’altra parte la SPAL. Viene da sei successi consecutivi e ha grandissima fiducia. Ha trovato un passo importante, ma ci siamo anche noi in campo e andremo a giocarcela nel migliore dei modi, consapevoli delle nostre qualitàI giallorossi hanno grandi individualità e diversi reduci dalla serie A. A questi hanno aggiunto giocatori poco conosciuti, anche stranieri, ma dinamici e di grande qualità. Sono stati discontinui all’inizio, poi hanno trovato il giusto equilibrio. Alla loro svolta ha contribuito l’arrivo di Maggio che ha portato esperienza. Affronteremo una squadra che gioca bene, pressa, ha tante soluzioni e non dà riferimenti. Dovremo essere bravissimi a limitarli e cercare quelle situazioni che abbiamo provato in settimana con l’obiettivo di pungerli nei punti deboli. Di certo non avremo un atteggiamento rinunciatario“.

I ferraresi sono molto motivati e sicuramente daranno del filo da torcere ai giallorossi: “Stiamo cercando di portare avanti un certo tipo di percorso e parlo con i ragazzi sia fuori sia in campo. Cerchiamo, insieme allo staff, di curare tutti i particolari per dare al gruppo gli strumenti per esprimersi al 100% durante le partite. Vedo una squadra molto disponibile e che sta cercando di mettere in pratica le mie richieste. Sono soddisfatto dell’impegno di quanto sto vedendo, anche in partita. Abbiamo affrontato tre gare difficilissime e davanti ce sono altre sei che lo saranno allo stesso modo. Non mi do mai alibi o giustificazioni, ma è un fatto che la SPAL abbia fatto i conti con assenze importanti e i ragazzi sono stati bravissimi a interpretare un certo tipo di canovaccio. Riuscire a fare cinque punti, che sarebbero stati sette se non avessimo preso un gol da polli contro il Venezia, è stata una grande soddisfazione“.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20