corvette racing le mans fia wec portimao
By Kevin Decherf from Nantes, France - 24 Heures Le Mans 2016, CC BY-SA 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=49614755

La 24 ore di Le Mans 2020 perde un pezzo pregiato, la Corvette. La scuderia americana di proprietà della General Motors ha infatti annunciato che non prenderà parte alla classica francese, che quest’anno si disputa il 20 settembre. La squadra statunitense interrompe così una striscia di presenze che durava dal 2000, e che ha portato nella loro bacheca ben otto successi di classe, tra GT1, GT2, GTLM e GTE Pro.

Perché Corvette non va a Le Mans

Le ragioni di questa rinuncia sono legate alla crisi creata dall’emergenza coronavirus. In primis, c’è l’aspetto economico: con la produzione ferma e le vendite in calo, la General Motors deve risparmiare. Inevitabile, dunque, i tagli al budget per i vari reparti corse.

Un altro motivo sta negli spostamenti di calendario della IMSA WeatherTech Championship, la serie domestica a cui il team partecipa. La gara di Laguna Seca, per esempio, è spostata al 6 settembre, una settimana prima delle verifiche tecniche della 24 ore. La gara di Mid Ohio è invece slittata dal 3 maggio al 27 settembre, una settimana dopo l’impegno alla Sarthe. Meccanici e piloti non avrebbero tempo per riorganizzarsi con tempistiche così strette.

Il Corvette Racing schiera quest’anno la C8-R, derivata dalla nuova generazione dell’iconica sportiva a stelle e strisce. La nuova vettura, che ha esordito con successo alla 24 ore di Daytona, porta la novità del motore centrale, un V8 di 5.5 litri con albero motore piatto. Tale unità fungerà da base per la nuova generazione della Z06, prevista per il 2022.

Anche Porsche lascia

Tornando a Le Mans, dopo Corvette gli organizzatori della classica francese incassano la rinuncia parziale anche di Porsche. La casa di Weissach ha difatti ritirato le due 911 RSR che rappresentano la filiale nord americana. Le due vetture, la cui gestione in pista è affidata alla CORE Autosport devono affrontare la stessa problematica di calendario delle Corvette ufficiali.

In sostituzione di Corvette e Porsche, gli organizzatori della ACO dovrà ricorrere alle riserve. Tra i candidati papabili la seconda vettura dell’High Class Racing, iscritta alla LMP2, e un’altra Porsche del Proton Competition, che prenderebbe parte alla classe GTE Am.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20