canoa

Scopriamo insieme chi sono i migliori velocisti di canoa ai Giochi di Tokyo 2020. Vediamo quando e dove si svolgeranno le gare olimpiche di canoa e kayak. La canoa di velocità è sicuramente un evento spettacolare, da non perdere tra tutte le discipline che saranno presenti ai Giochi Olimpici. Gli atleti si affrontano in una battaglia su una superficie apparentemente piatta, quella dell’acqua, su un percorso dritto e lineare dove le caratteristiche richieste sono grinta, forza, abilità e strategia.

Ma chi sono i migliori contendenti nella canoa di velocità? 

La due volte campionessa olimpica in carica del K1 200m in kayak sprint è la neozelandese Lisa Carrington. E’ felice di essere di nuovo in acqua dopo la revoca delle restrizioni COVID-19 del suo Paese. La Carrington ha affermato che sarebbe stata pronta per i Giochi del 2020 ma che spera di poter migliorare la sua condizione per le gare che si svolgeranno con un anno di ritardo. Qualcuno l’ha paragonata a Simone Biles e se ne dice onorata.

I migliori velocisti olimpici a Tokyo 2020

In genere, i campioni di canoa di velocità provengono da paesi europei dove la “pagaiata” è maggiormente tradizionale. Dei quattro eventi femminili di Rio 2016, l’Ungheria ne ha vinti tre, mentre la Germania ha vinto tre dei sei eventi maschili. Ma le consuetudini potrebbero cambiare per i Giochi di Tokyo nel 2021 poiché paesi emergenti come Brasile, Nuova Zelanda e Repubblica popolare cinese sono saliti sul podio in gare internazionali, lanciando un’ipoteca sulla medaglia

Nelle gare femminili, la doppia campionessa olimpica Lisa Carrington punta alla terza medaglia d’oro consecutiva nel K1 200m. Dal 2011 è imbattuta a questa distanza a livello internazionale. Cercherà anche di migliorare la sua medaglia di bronzo nel K1 500m. Carrington siederà anche sulla canoa del team neozelandese K4 500m, il che significa che potrebbe avere un programma di regate molto impegnativo, soprattutto se gareggerà anche nel K2 500m.

La cinque volte campionessa olimpica Danuta Kozak spera di riprendersi dal brutto campionato del mondo che ha disputato nel 2019. L’ungherese ha portato a casa una medaglia di bronzo nel K1 500, ma con la Carrington che ha vinto la gara di quasi due lunghezze. Sarà probabilmente molto dura per lei la gara di Tokyo.

La giovane Nevin Harrison, statunitense, potrebbe comportarsi molto bene al suo debutto a Tokyo, dopo aver vinto i C1 200m femminili ai Campionati del mondo nel 2019. È la prima americana ad aver vinto un titolo mondiale di canoa veloce.

Nelle gare maschili, la stella della Repubblica Ceca Josef Dostal, beniamino dei tifosi, vorrà migliorare il suo argento di Rio 2016 nei 1000 m del K1. I grandi canoisti britannici hanno vinto due medaglie d’oro nel K1 200m maschile. Prima Ed McKeever a Londra 2012 e poi Liam Heath a Rio 2016. Heath è il favorito per il titolo olimpico dopo aver conquistato anche quello dei Campionati del Mondo nel 2019.

Il due volte medaglia d’oro olimpica nei 1000m C1 maschile, Sebastian Brendel dovrebbe essere il favorito a Tokyo. Il tedesco è anche il campione olimpico C2 1000m. Con 28 vittorie in competizioni internazionali al suo attivo, è il velocista di canoa più medagliato a gareggiare a Tokyo.

Le gare di canoa sprint alle Olimpiadi di Tokyo si svolgeranno in sei giorni, dal 2 al 7 agosto 2021 presso il Sea Forest Waterway nell’area della baia di Tokyo. Si trova sul lungomare, vicino al centro di Tokyo, con una capacità massima di 12.800 persone per gare di canoa di velocità. La stessa sede verrà utilizzata anche per il canottaggio mentre al termine delle Olimpiadi, il percorso sarà utilizzato per ospitare regate internazionali di canottaggio e gare di canoa.

Come si svolge la gara?

Esistono due tipi di imbarcazioni utilizzate nella canoa veloce: il kayak (K) e la canoa (C). I canoisti di kayak corrono seduti su una imbarcazione con una pagaia a doppia pala, sono i  piedi che controllano il timone. I canoisti si inginocchiano e usano una pagaia con una sola pala all’estremità che usano per controllare la direzione in quanto non hanno timoni.

Tra uomini e donne ci sono 12 eventi ai Giochi di Tokyo 2020. Includono gare di kayak singole, doppie e quattro. In canoa ci sono solo gare di singolo e doppio. I concorrenti corrono su tre distanze: 200 m, 500 m e 1.000 m.

Tutte le barche si allineano e iniziano la gara contemporaneamente. I canoisti devono tenersi in equilibrio al cancelletto di partenza e rimanere completamente immobili fino al segnale dello starter. Poi, in un istante, remano forte per raggiungere la massima velocità, il più velocemente possibile. La gara di 200 metri è la gara più veloce del programma e la gara di kayak maschile per quella distanza termina in circa 30 secondi.

Nelle semifinali, le prime otto barche passano alla finale ‘A’ dove vengono decise le medaglie. Il resto del campo delle semifinali gareggia nella finale “B”.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20