― Advertisement ―

spot_img

Torino-Frosinone: probabili formazioni e dove vederla

Gara valida per la trentatreesima giornata del campionato italiano di Serie A 2023/2024. I granata devono provare a vincere per non uscire dai primi...
HomeCalcio InternazionalePremier LeagueCrisi Tottenham: Conte sbotta

Crisi Tottenham: Conte sbotta

L’ inattesa sconfitta casalinga subita nell’ultimo turno di Premier League contro il Wolverhampton, la terza consecutiva, ha certificato la crisi Tottenham. Gli Spurs sono infatti scivolati a -5 dal quarto posto, ultimo piazzamento utile per la partecipazione alla prossima Champions League. Il tecnico Antonio Conte, da sempre abituato a lottare per il vertice, non ha nascosto la sua insofferenza a riguardo.

CRISI TOTTENHAM: COSA HA DETTO ANTONIO CONTE?

Ai microfoni di beIN SPORTS, il tecnico italiano ha commentato con amarezza la prestazione della sua squadra e la situazione in cui si trova attualmente: “Comparare il Tottenham al passato non è giusto, la situazione è completamente cambiata. Io sono venuto qui a giocare con un’altra squadra e il Tottenham era una bella squadra, era il loro periodo migliore. Poi la situazione è peggiorata e ora tutti devono avere la pazienza di aspettare che si ricostruisca passo dopo passo. Per me è difficile parlare di quarto posto , dell’Europa League o di Conference League, io sono abituato a competere per ben altri traguardi. Sappiamo che dobbiamo lottare per fare il nostro meglio fino alla fine, ma realisticamente gli obiettivi non sono come questo ambiente e qualcuno deve dirlo”.

CRISI TOTTENHAM: I TIFOSI SONO IN SUBBUGLIO

Il momento delicato che stanno vivendo gli Spurs non ha lasciato indifferenti i tifosi, che hanno preso di mira la dirigenza, rea di investimenti non altezza della storia del club. La partecipazione all’Europa che conta adesso diventa un must, anche se la strada sarà lunga e difficile. Il Tottenham sarà alle prese con un marzo intenso, dovendo affrontare nell’ordine Manchester City, Manchester United e West Ham.

Premier League: il riassunto della 25° giornata