Cristiano Ronaldo: Curiosità e aneddoti nel giorno del suo 35esimo compleanno.

Tutto quello che devi sapere su CR7!

0
1169

Cristiano Ronaldo è nato il 5 febbraio del 1985 a Funchal, piccolo comune di Madeira in Portogallo. Ha giocato nello Sporting Lisbona, nel Manchester United e nel Real Madrid, consacrandosi come uno dei migliori calciatori di sempre. In questo periodo di tempo è riuscito a vincere 5 Champions League e 5 palloni d’oro, tra i suoi trofei più importanti. Inoltre, nel 2016, ha portato il suo Portogallo sul tetto d’Europa. Attualmente veste la maglia bianconera della Juventus, con cui insegue il comune obiettivo Champions League.

Ronaldo è un calciatore che si è sempre contraddistinto per il suo lavoro maniacale, oltre che per il talento innato e la mentalità vincente che lo caratterizza.

Per il suo compleanno, andiamo ad analizzare qualche episodio che ha evidenziato la sua mentalità.

Al numero 1, troviamo la partita a Ping Pong contro Rio Ferdinand, suo ex compagno ai tempi dello United. Il nazionale inglese sconfisse nettamente CR7. Cristiano, naturalmente, non accettò la sconfitta e mandò suo cugino a comperare un tavolo e le racchette. Passò tre settimane ad allenarsi continuamente, fino a che non riuscì a batterlo.

Al numero 2, ri-troviamo Rio Ferdinand. Come avrete capito, i due erano molto amici ai tempi di Manchester, si frequentavano molto. La prima volta che l’ex red devils andò alla residenza di “CR7”, trovò 10 persone al suo interno. Rio, molto sorpreso, chiese spiegazioni al compagno, che con molta semplicità spiegò che aveva un team dietro di lui, presentadogli il suo Chef, il suo Fisioterapista e tutti gli altri.

Il terzo episodio è recente, risale all’anno scorso, il primo anno in maglia bianconera. Al ritorno da una trasferta di Bergamo, in cui Benatia e l’attaccante portoghese non avevano giocato, Cristiano chiese al compagno di andare ad allenarsi, nonostante l’orario. Ovviamente il compagno rispose di no, dato che erano le 23 e voleva solo andare a casa.

Ronaldo, però non è solo una macchina, vi sono molti retroscena della sua persona, che sono nascosti, o poco conosciuti dai più. 

CR7 è un donatore di sangue, per tale motivo non ha tatuaggi, che potrebbero compromettere le sue donazioni.

Non fuma e non beve, non solo perché è uno dei più grandi atleti al mondo, ma per suo padre, tragicamente morto in seguito alle conseguenze dell’alcolismo.

Secondo alcune stime di siti specializzati statunitensi, nonostante la sua personalità non sempre simpatica, è lo sportivo che esegue più beneficenza al mondo, soprattutto per la ricerca contro il cancro e l’alcolismo, di cui ha vissuto gli effetti sulla propria pelle.

Tanti auguri Cristiano!

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20