Dopo nove anni di gestione Pallotta, la Roma cambia proprietà e passa a Dan Friedkin. La trattativa, che durava da mesi, si è finalmente conclusa nella notte proprio a poche ore dal match di Europa League tra i giallorossi e il Siviglia.

Il magnate texano verserà nelle casse del club 591 miloni, di cui 500 andranno al presidente giallorosso e ai suoi soci, mentre il resto servirà per la gestione corrente del club. Poi si penserà al mercato. L’ intenzione è ripartire da due simboli della squadra, Pellegrini e Zaniolo, e affidarsi alla competenza di un direttore sportivo. Il favorito è Nicolas Burdisso che dovrebbe sbarcare a nella capitale nelle prossime ore.

Dan Friedkin: “Felice per la famiglia Roma”

Attraverso una nota ufficiale emessa dal club giallorosso, sono arrivate le prime parole del neo-presidente della Roma, Dan Friedkin: “Noi tutti al Friedkin Group siamo felici di aver fatto i passi necessari a diventare parte di questa città e club iconici. Non vediamo l’ora di chiudere l’acquisto il prima possibile e di immergerci nella famiglia dell’ AS Roma”.

James Pallotta: “Sono grandi proprietari”

Dopo l’annuncio alla Consob dell’accordo vincolante sottoscritto per la cessione del pacchetto di controllo della Roma.Calcip, è arrivato il saluto dell’ormai presidente uscente, James Pallotta: “Sono certo che i Friedkin saranno dei grandi futuri proprietari per l’ As Roma. Sono lieto di confermare che abbiamo raggiunto un accordo con il Gruppo Friedkin per la vendita dell’ As Roma. Questa notte abbiamo firmato i documenti e nei prossimi mesi lavoreremo assieme per completare il percorso formale e legale che porterà al passaggio di mano del club. Negli ultimi mesi, Dan e Friedkin hanno dimostrato totale dedizione nel voler finalizzare questo accordo e nel guidare il club positivamente. Sono certo che saranno dei grandi e futuri proprietari per la Roma”

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20