Dopo una guerra senza esclusione di colpi in Lega Calcio alla fine è uscito un vincitore. DAZN prende la Serie A e Sky resta con le briciole dopo trent’anni di dominio assoluto. Ora però bisognerà vedere se il colosso inglese sarà in grado di gestire questa importante occasione.

DAZN prende la Serie A, quale sarà la situazione?

Si tratta di un cambio epocale, perché con questa assegnazione si nota come il calcio si stia spostando sempre di più verso lo streaming.
Al momento DAZN trasmetterà tutta la Serie B più sette gare della Serie A. Resta da capire chi invece trasmetterà le restanti tre gare. Al momento Sky pare essere in vantaggio, ma guai a dire che sia finita. Infatti la Lega Serie A discuterà fino al 29 marzo, data di scadenza del bando, con la Pay-Tv. Chi vince infatti potrà trasmettere le tre gare rimanente in co-esclusiva con Dazn. Ciò potrebbe portare alla trasmissione di una gara in chiaro su TV8 o su Cielo. Brutta notizia però per chi pensava di abbonarsi con soli 9,99 euro mensili. Il prezzo sicuramente aumenterà e sarà intorno ai trenta euro.

DAZN quindi si prende il panorama calcistico italiano grazie a ben sedici squadre: Atalanta, Benevento, Bologna, Cagliari, Fiorentina, Hellas Verona, Inter, Juventus, Lazio, Milan, Napoli, Parma, Roma Spezia, Torino e Udinese. Le quattro squadre ad aver invece rifiutato sono state Genoa, Crotone, Sampdoria e Sassuolo.
Ora però c’è da capire se DAZN sarà in grado di gestire la situazione. Ricordiamoci che si tratta di un servizio streaming e quindi dipenderà dalla connessione internet. Nei primi tempi il servizio mostrava dei problemi di suffering e caricamenti lenti. L’avvento della fibra ottica aveva parzialmente ridotto il problema, ora le gare da trasmettere sono dieci. Sarà in grado di reggere questa mole importante di gare? In soccorso potrebbe giungere TIM, che all’apertura delle buste ha fatto intendere di voler essere il partner strategico di DAZN.

La crisi del calcio italiano

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20