Torna la Serie A con il derby d’estate, il primo derby della stagione, il derby della capitale, il derby per i tifosi della Lazio in nome di Fabrizio Piscitelli, soprannominato Diabolik, storico capo degli Irriducibili.

Coreografia in onore di Diabolik.
Serie A, Lazio e Roma non pungono il derby finisce 1-1.
Coreografia della curva nord in onore di Diabolik.

Una partita divertente quella della seconda giornata di Serie A giocata da Lazio e Roma. Le due squadre si sono affrontate a viso aperto dando vita ad un match avvincente e pieno di brio. Partita che sarebbe finita con un numero di gol pazzesco se solo non ci fossero stati sei pali colpiti. Per essere ai primi giorni di settembre le squadre sembrano essere già abbastanza pronte ed in condizione. Una Lazio favorita però non riesce a superare la Roma, per le squadre un punto a testa e occhi puntati già a dopo la sosta per gli allenatori. In Serie A è il derby numero 173.

Primo tempo

Tiri totali 21, 5 i pali colpiti e 0 a 1 è il risultato maturato nei primi 45′ minuti di gioco. Un derby che nel primo tempo colpisce per i ritmi altissimi con il quale è stato giocato. Nei primi dieci di gioco sono già due i pali colpiti, il primo al minuto numero tre con un gran destro al volo di Lucas Leiva che, vede il pallone respinto da una mischia in area di rigore, non ci pensa due volte e calcia al volo. Il tiro non trova buona sorte e finisce sul palo interno, sulla respinta non ne approfitta Immobile.

Una manciata di minuti e stavolta è Zaniolo a prendere il palo dopo una buona progressione e un sinistro radente. L’episodio che sblocca il match avviene al minuto 16′, quando Milinkovic-Savic tocca di mano il pallone messo in area di rigore da Dzeko. Guida non ha bisogno nemmeno della VAR e va sicuro indicando il dischetto.

Serie A, Lazio e Roma non pungono il derby finisce 1-1.
Kolarov dal dischetto fa 0a1.
Kolarov si presenta sul dischetto, spiazza Strakosha e fa 0a1

Sul pallone l’ex Kolarov, ancora una volta lui già mattatore della sua ex squadra in Serie A, sempre nel derby, sicuro con una gran sinistro spiazza Strakosha e sotto la nord fa 0 a 1. Un primo tempo che non finisce così anzi, la Lazio non demorde sembra più viva che mai ma la buona sorte nei primi 45′ non è dalla sua. Va vicinissima al pareggio con Immobile che, clamorosamente colpisce l’incrocio dei pali da pochi metri e poco dopo è ancora la squadra biancoceleste a farsi pericolosa con Correa, anche lui si vede negare la gioia del gol dal palo. Una partita all’insegna del brivido. Ancora Zaniolo, ancora il palo. Dopo la mezz’ora i ritmi si abbassano leggermente ed accompagnano pian piano la gara all’intervallo.

Secondo tempo

Il secondo tempo ricomincia con gli stessi ritmi sul quale si era giocato il primo. La Lazio continua ad attaccare e alla fine trova il pareggio al minuto 58′. Immobile entra in area di rigore si porta con se due avversari, protegge bene il pallone e lo appoggia indietro per Luis Alberto che arriva e di piatto lascia passare il pallone tra tre maglie giallorosse e fa 1 a 1.

Serie A, Lazio e Roma non pungono il derby finisce 1-1.
Il pareggio biancoceleste con Luis Alberto
Pareggio laziale con Luis Alberto.

Un secondo tempo con una sola squadra in campo per una buona mezz’ora, la Lazio che, prima colpisce una traversa con Parolo subentrato a Milinkovic-savic poi si vede annullare per fuorigioco di Jony che fa l’assist vincente per Lazzari. Timidamente la Roma torna in partita ma per pochi minuti. Mister Inzaghi la prova a vincere con alcuni cambi offensivi ma nulla da fare. Al 94esimo la partita termina in parità.

TABELLINO

Lazio: Strakosha, Luiz Felipe (40′ Bastos), Acerbi, Radu, Lazzari, Milinkovic-Savic (71′ Parolo), Lucas Leiva, Luis Alberto, Lulic (78′ Jony), Correa, Immobile

Roma: Lopez, Florenzi (88′ Diawara), Fazio, Mancini, Kolarov, Cristante, Pellegrini, Under (67′ Pastore), Zaniolo (79′ Santon), Kluivert, Dzeko

Marcatori: 18′ Kolarov (ROM), 58′ Luis Alberto (LAZ).

Ammoniti: 25′ Luiz Felipe (LAZ), 31′ Zaniolo (ROM), 55′ Immobile (LAZ), 63′ Radu (LAZ), 70′ Florenzi (ROM), 76′ Acerbi (LAZ), 84′ Santon (ROM)

Espulsi:

Recupero: 2’Pt, 4’St.

Arbitro: Marco Guida sezione di Torre Annunziata

VAR: Pier Paolo Mazzoleni seione di Bergamo

Stadio: Stadio Olimpico di Roma

Per leggere altri articoli di sport clicca qui.

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.