Quest’oggi, sabato 14 marzo 2020, per l’Italia è arrivata una grande gioia! Nelle grandi difficoltà che sta attraversando il nostro paese oggi tutti gli italiani possono gioire per il grande titolo internazionale ottenuto da una nostra connazionale: Dorothea Wierer è di nuovo campionessa del Mondo di biathlon!

La nostra Dorothea al poligono di tiro durante la gara.
La nostra Dorothea al poligono di tiro durante la gara

Infatti questo pomeriggio, alle 15.45 nel nostro Paese, è andata in scena l’ultima gara della stagione di Coppa del Mondo di biathlon, Kontiolahti, in Finlandia.

LA SITUAZIONE PRIMA DELLA GARA:

Quella di oggi era l’ultima tappa di una stagione emozionante e piena di soddisfazioni per Dorothea, che dopo aver vinto la Coppa del Mondo già nella passata stagione, anche in questa si è dimostrata la più forte, mantenendo la vetta della classifica a lungo e presentandosi davanti a tutti in questo appuntamento finale.

La gara di oggi consisteva in una 10 km ad inseguimento. L’avversaria di Dorothea Wierer per il titolo finale era la norvegese Tiril Eckhoff. La Wierer partiva con otto punti di margine sull’avversaria. Dorothea però doveva mantenere almeno un punto di vantaggio per laurearsi nuovamente campionessa del Mondo perché in caso di arrivo a pari punti il titolo sarebbe andato alla norvegese.

Dopo le gare degli scorsi giorni si arrivava a questa giornata conclusiva con una classifica progressiva, delineatasi dopo le gare di qualificazione. Dorothea Wierer partiva per 19° a 1’19” dalla tedesca Denise Herrmann, la sua avversaria Tiril Eckhoff invece per 3° a 32″ dalla prima.

Dunque per Dorothea la gara si prevedeva in salita, con l’azzurra che doveva rimontare diverse posizioni.

LA GARA:

La Wierer doveva sperare in qualche errore della rivale, perché partendo solo 19° la rimonta era davvero difficile.

Al primo tiro dal poligono da Eckhoff commette 2 errori, mentre la Wierer solo uno, anche se questo errore le fa comunque perdere del tempo prezioso. Da considerare il vento forte che soffiava sulla pista che di certo non ha aiutato le atlete.

Dopo questo primo poligono comunque la nostra atleta è 14°, in rimonta, con la Eckhoff 8°.

Al secondo poligono l’atleta finora in testa, la Herrmann sbaglia tutto, compiendo addirittura 5 errori! La Eckhoff va come un treno ed è risalita al 5° posto, con Dorothea nona; attualmente dunque sarebbe la norvegese a vincere il Mondiale.

La Wierer, durante una gara in questa stagione. Dorothea Wierer è di nuovo campionessa del Mondo.
La Wierer, durante una gara in questa stagione

Al terzo poligono, il primo in piedi, purtroppo la nostra azzurra regala virtualmente la coppa alla sua avversaria, sbagliando due tiri contro l’en plein della norvegese; ora per Dorothea è davvero dura. La Eckhoff guida la gara, mentre l’azzurra è solo 16°.

All’ultimo poligono però succede l’incredibile! La norvegese si suicida con una serie di 3 errori che la fanno crollare al 13° posto in classifica, con la Wierer che commette un solo errore e la supera all’11° posto! Tutto ribaltato dunque e per Dorothea ora il vantaggio potrebbe davvero essere decisivo!

Nell’ultimo tratto della gara la Eckhoff riprende e supera la Wierer, ma conta poco. Dorothea conclude 11°, proprio alle spalle della rivale e si laurea dunque campionessa del Mondo per il secondo anno consecutivo! Una piccola grande gioia per il nostro Paese in questo periodo così difficile!

Dorothea Wierer è di nuovo campionessa del Mondo di biathlon! Dorothea l’ha fatto ancora! E tutta l’Italia può esultare per questo grande successo della nostra super atleta!

La gara viene vinta dalla francese Simon, davanti alla svizzera Gasparin e alla terza, Lisa Vitozzi, altra grande atleta azzurra.

CLASSIFICA FINALE:

Dorothea Wierer vince per il secondo anno consecutivo la Coppa del Mondo di biathlon con 793 punti, solamente 7 in più della seconda, la Eckhoff, degna avversaria della nostra campionessa fino alla fine.

LE PAROLE DI DOROTHEA SUBITO DOPO LA GARA:

“Non riesco ancora a realizzare quello che è successo. Oggi ero sicura di non farcela perché avevo troppi secondi di ritardo e non ho neppure sparato bene. Devo ancora capire, ma penso sia davvero incredibile. Ieri nella sprint ho fatto la mia peggior gara, con tre errori, e alla fine mi sono detta: ‘Ok, finirò al secondo posto in classifica generale, e’ comunque un bel risultato’; il mio coach mi ha chiesto di lottare e fare il possibile in questa ultima gara della stagione e io ho dato tutto quello che avevo dentro, perché ero molto stanca mentalmente e fisicamente. E’ davvero un grande risultato, per me e per il mio team”.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20