Golf: Dustin Johnson trionfa al Travelers Championship.

Ha vinto e ha anche migliorato i suoi record personali. Non poteva andare meglio di così il Travelers Championship per Dustin Johnson che con questa vittoria ha messo a segno il 21° successo in carriera al PGA Tour. E i numeri gli sorridono ancora, se contiamo che il fuoriclasse statunitense ha tagliato il traguardo di almeno una competizione vinta in 13 stagioni consecutive. E queste imprese contribuiscono ad iscriverlo nel novero dei grandi campioni del golf internazionale.

Al momento, infatti, nella classifica all-time Dustin Johnson risulta al quarto posto, alle spalle di altri mostri sacri del golf. Nelle primissime posizioni svettano Arnold Palmer e Jack Nicklaus che in carriera hanno avuto la capacità di agguantare un titolo per 17 anni consecutivi da quando sono passati tra i professionisti. Sul terzo gradino del podio invece c’è Tiger Woods che si è fermato ad «appena» 14 affermazioni consecutive. E chissà che Johnson presto non possa affiancare il connazionale.

Travelers Championship: Dustin Johnson torna alla vittoria.

Il golfista 36enne dal 2008 (ovvero da quando è diventato professionista) non ha mai fallito l’obiettivo di aggiudicarsi almeno una competizione all’anno. Nonostante ciò, prima del Travelers Championship ha dovuto affrontare un periodo alquanto delicato, poiché da circa 16 mesi (febbraio 2019 al WGC in Messico) non riusciva più a portare a casa una vittoria. In questo lasso di tempo aveva raggiunto un secondo posto al PGA Championship 2019, durante il quale si era arreso a Koepka, e poi in 14 competizioni si era assicurato l’accesso alla top-ten soltanto in due occasioni. Bisogna sottolineare che il campione della Carolina del Sud ha dovuto fare i conti anche con dei problemi fisici, infatti si è dovuto sottoporre ad un’operazione al ginocchio a settembre e il recupero è stato lungo e faticoso. Ma ormai per lui il peggio è alle spalle.

Dustin Johnson si aggiudica un premio da capogiro

Al termine della sfida di golf nel Connecticut, Dustin Johnson si è imposto con -19 (69-64-61-67) battendo di appena un colpo Kevin Streelman e di due Will Gordon. Il fuoriclasse americano insieme al successo si è aggiudicato un sontuoso premio in denaro da 1.332.000 dollari. Inoltre, dopo l’affermazione al Travelers Championship, ha risalito la china nel ranking mondiale, issandosi fino al terzo posto e superando Justin Thomas (adesso quarto). Il leader della classifica è ancora Rory McIlroy, seguito da Jon Rahm. E pensare che poche settimane fa Johnson era stato scalzato per la prima volta dalla top-five dal 2014.

Golf Ryder Cup 2020: Harrington favorevole a torneo a porte chiuse

Intanto per il PGA Tour ci sono problemi legati all’emergenza coronavirus. Dopo la ripresa dell’attività agonistica si sono disputate tre gare, ma non si esclude che il torneo possa essere nuovamente sospeso. Durante l’evento di golf nel Connecticut ben sette partecipanti sono stati costretti al ritiro per ragioni legate al Covid-19. I due professionisti Cameron Champ e Denny McCarthy sono risultati positivi, mentre i restanti cinque hanno preferito abbandonare la manifestazione sportiva in merito ai contagi riscontrati tra i rispettivi caddie o familiari.

Coronavirus: PGA Tour di nuovo a rischio sospensione.

A questo punto bisognerà valutare attentamente la situazione per decidere se è il caso o meno di continuare a portare avanti il PGA Tour, o se fermarlo ancora una volta per non esporre golfisti e addetti ai lavori a dei rischi per la salute.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20