Ecclestone critica Binotto e Leclerc!
Ecclestone critica Binotto e Leclerc!

L’ex storico patron Bernie Ecclestone in una recente intervista ha lanciato critiche pesantissime verso la scuderie Ferrari. In particolare mister Ecclestone è apparso piuttosto critico nei confronti del TP Mattia Binotto, e di Charles Leclerc.

“Binotto non è un leader ma è un ingegnere. La Ferrari ha bisogno di qualcuno che faccia capire alle persone che quando dici una cosa, poi questa succede. Ci vorrebbe Flavio Briatore, avrebbe fatto quello che ha sempre fatto con Benetton e Renault, avrebbe portato via i migliori dalle altre squadre. Il problema è che alla fine Flavio avrebbe lasciato che la gente pensasse che la Ferrari appartenesse a lui”.

L’ex patron ha poi rincarato la dose su Charles Leclerc: “Credo che abbiamo già visto il miglior Leclerc, ha fatto bene e continuerà a fare bene, ma non credo che vedremo nulla di spettacolare”.

Ecclestone ha parlato anche di Vettel: “Gli ho detto che ha fatto una stagione pessima e che è arrivato quinto, il posto che si è meritato. Ma la Ferrari ha favorito Leclerc al 100%, si innamorano di un pilota e per l’altro diventa dura. Molte cose per Seb non hanno funzionato, il Canada lo ha affondato, pensava che la Ferrari avrebbe dovuto sostenerlo di più e ha accusato. Ha ragione”.

Ecclestone ha parlato anche di Verstappen ed Hamilton: “Con Max in Ferrari non ci sarebbero problemi. Hamilton? A Lewis direi solo a che ora è la gara e poi lo lascerei libero, pagandolo di meno ma lasciandogli la libertà di avere gli sponsor personali. Se fossi in lui rinnoverei con la Mercedes dove ha grande libertà. In Ferrari non funzionerebbe perché sono un team italiano, dovrebbe imparare la loro lingua per capire cosa dicono alle sue spalle. Il problema è che gli italiani non vogliono litigare, non vogliono avere discussioni con nessuno. Invece di dire a qualcuno che non sta facendo un buon lavoro, gli dicono ‘Risolvi la questione o lo farò io’”.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20