I Kansas City Chiefs hanno riconfermato tutto il loro strapotere, nella gara del kickoff contro Houston. A seminare il chaos, nella difesa di Bill O’Brien, ci ha pensato anche il rookie Edwards-Helaire.

EDWARDS HELAIRE, UN DEBUTTO DA SOGNO

Patrick Mahomes, Travis Kelce, Tyreek Hill, Sammy Watkins; come se già non bastassero questo nomi, nella gara contro i Texans coach Andy Reid ha aggiunto il rookie Clyde Edwards-Helaire.

L’esordiente running back ha ripagato la fiducia del suo coach, andando a integrarsi al meglio nella linea d’attacco di Mahomes. Il tutto firmando un debutto in NFL che non è certo passato inosservato. Edwards-Helaire, con le sue corse palla alla mano, si è dimostrato fondamentale nella conquista di primi down, nonché una risorsa in più per l’attacco dei Chiefs.

Al suo debutto tra i professionisti, ha registrato 138 rushing yards in 25 tentativi. Un giocatore rapido nelle decisioni, che sa trovare lo spazio giusto per infilare la difesa avversaria e prendere yards pesanti. Tutto questo si è visto nel terzo quarto, sulla corsa di più di 30 yards, che lo ha portato al suo primo touchdown in NFL, con cui è diventato il quarto rookie nella storia a esordire con 130 yards e un touchdown.

LSU, FUCINA DI TALENTI

La nuova arma nell’arsenale offensivo di Andy Reid arriva dalla fucina di talenti LSU, campioni dell’NCAA, che ha contribuito a rinfoltire i ranghi della NFL con nuovi prospetti da tenere d’occhio.

Nei Tigers del coach Ed Orgeron, Edwards-Helaire gioca le sue prime stagioni soprattutto negli special team. Nel 2019, diventa il running back titolare della squadra. Con 103 rushing yards, 77 receiving yards e 1 touchdown, da un enorme contributo alla vittoria dei Tigers contro Alabama.

I numeri della regular season dicono 1.414 rushing yards, 16 touchdwon su 215 carries, 453 receiving yards e 1 touchdown su 55 recezioni, oltre alle 214 yards ritornate sui kicks. Sono i numeri con cui Edwards-Helaire si presenta alla finale contro Clemson, dove corre altre 110 yards su 16 tentativi e riceve per 55 yards.

La sua carriera universitaria si chiude con 2.103 rushing yards, 23 touchdwon su corsa, 595 receiving yards e 1 touchdown in ricezione. Dopo la vittoria del titolo, il running back annuncia la volontà di essere draftato per la NFL. Ad attenderlo, ad aprile, ci sono i Kansas City Chiefs, che lo draftano come 32o assoluto.

Dai campioni NCAA, Edwards-Helaire passa, dunque, ai campioni NFL. Da Joe Burrow, miglior quarterback della passata stagione universitaria, passa a sua altezza Patrick Mahomes e l’attacco stellare di Kansas City, che, ora, ha una stella in più.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20