Intesa raggiunta tra la Roma e lo Shanghai Shenhua. Alla società capitolina andranno 18 milioni di euro. Con l’attaccante italo-egiziano invece c’era già un accordo di massima, per un contratto triennale sulla base di 40 milioni. Stamane El Shaarawy si imbarcherà per Oriente, per assolvere alla consuetudine delle visite mediche.

Il contratto della vita

Inizialmente il Faraone aveva tentennato. Fino alla scorsa settimana il romanista aveva dichiarato che allontanarsi in questa fase della carriera non gli sembrava la scelta giusta. Forse dietro a questa dichiarazione c’erano le sirene della Juve. Si vociferava che Sarri lo avesse richiesto a Paratici. Poi forse il ventiseinne di Savona, svanita l’ipotesi del passaggio ai bianconeri, ha razionalizzato e ha ben pensato di formalizzare il contratto della vita: 40 milioni in tre anni, più di 13 milioni a stagione. In Italia queste cifre le porta a casa il solo Cristiano Rolando.

L’accordo tra la Roma e lo Shanghai Shenhua

Dopo che El Shaarawy ha preso la decisione di trasferirsi in Cina. Roma e Shanghai Shenhua hanno iniziato la trattativa. La società capitolina aveva richiesto la somma di 20 milioni, con la formula ormai tanto di moda dei bonus: 15 milioni subito più 5 al raggiungimento di determinati obiettivi. Alla fine si è arrivati all’accordo di chiudere alla cifra di 18 milioni compresi i bonus. Il contratto del Faraone sarebbe andato in scadenza il prossimo anno, pertanto da parte romanista c’è stata soddisfazione per la conclusione di questa operazione.

Il suo sostituto alla Roma

In casa Roma, al momento, non ci sono idee ben precise per la sua sostituzione. Ricordiamo che i giallorossi, in questo preciso istante storico, nella rosa degli attaccanti hanno questi giocatori: Dzeko, Schick, Under, Kluivert, Perotti, Defrel, più due elementi dalle spiccate doti offensive come Zaniolo e Pastore. Alcuni di questi dovrebbero già essere promessi sposi di altre squadre, vedi di Dzeko all’Inter. Altri poi potrebbero partire come pedine di scambio, vedi Defrel che era stato inserito nella trattativa Barella.

Poi visto che Petrachi è il nuovo d.s. della Roma, non sarebbe una sorpresa vedere accasati nella Capitale alcuni difensori del Toro, che fanno gola a Fonseca (Izzo o N’Koulou) e magari vedere in maglia granata Perotti o Pastore. Oggi la Gazzetta dello Sport, parla di un interessamento della Roma per Brahimi, in scadenza di contratto con il Porto. L’algerino ora è in Egitto a disputare la Coppa d’Africa, il suo profilo, si sa, piace molto al nuovo mister Fonseca. Ma in ballo ci sono anche i nomi di Higuain e Icardi. L’interista se non trovasse sistemazione a Milano e, con Juve e Napoli, Marotta non trovasse l’accordo, non resterebbe che la soluzione capitolina. A questo punto Barella avrebbe il via libera per trasferirsi alla corte di Conte e Dzeko passerebbe subito all’Inter, nell’attesa che Wanda Nara trovi l’intesa con qualcuno e Icardi trovi una squadra di suo gradimento.

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.