marc marquez visita medica misano 2020

Il manager di Marc Marquez Emilio Alzamora ha parlato ai microfoni di SKY durante il primo weekend di gara dopo l’infortunio all’omero. Alzamora da sempre braccio destro e mentore dell’8 volte campione del mondo gli è stato molto vicino anche in questa occasione. Non è stato un periodo facile per Marc, il suo staff e per la Honda. Il lavoro fatto da Marquez è stato encomiabile: 3 operazioni, antibiotici e un’infinità di tempo trascorsa in palestra tra riabilitazione e allenamento. Vederlo già competitivo al primo gran premio dopo 9 mesi di stop forzato è quasi incredibile. Quasi perché da un campione come lui sappiamo di poterci aspettare di tutto.

Come sta Marc Marquez? Parola ad Alzamora

La prima domanda ad Alzamora non può che essere sulle condizioni di Marquez, come l’ha visto il suo manager? “Sorprende vederlo già così in alto, dopo tutto questo tempo non era facile. L’ho visto bene sulla moto nonostante abbia avuto pochissimo spazio per fare qualche prova. Certo dopo tutto questo tempo fermo ci sono alcuni muscoli che non ha ben allenati; purtroppo si fanno solo girando sulla moto. Lo stesso Marc ha lamentato la mancanza di forza ma non potevamo fare altro. Purtroppo durante la stagione non c’è spazio per test quindi l’unica cosa possibile era provare a venire qui in Portogallo”.

Beffa Bagnaia: è Quartararo il pole man del Portogallo

Ha avuto paura di vederlo smettere?

Un terribile infortunio, un’infezione ancora più insidiosa e tanti mesi fermo a casa, c’è stata la possibilità di non rivederlo più in pista? “Beh dopo 9 mesi, 3 operazioni e un’infezione un po’ di dubbi vengono a tutti. Sta continuando a prendere l’antibiotico per sconfiggere l’infezione. Io ho sempre cercato di tranquillizzare il box e sapevo che Marc stava lavorando tanto per tornare. Non è stato un periodo facile”.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20