Grande prova dei padroni di casa, che liquidano i ciociari ed entrano nella zona playoff. Mattatore della serata è Amato Ciciretti, autore di una doppietta al 29′ e al 90′. I padroni di casa si portano in settima posizione, a tre punti proprio dal Frosinone, che scivola al sesto posto.

Formazioni
Nei padroni di casa Marino opta per il 4-3-3. A dispetto delle previsioni il tecnico riconferma l’undici visto contro il Venezia. In porta c’è Brignoli, Romagnoli e Maietta centrali, con Fiamozzi e Antonelli sulle fasce. Mediana composta da Henderson, ai suoi lati Zurkowski e Bandinelli. Tridente offensivo composto da Ciciretti, Mancosu e Bajrami.
Modulo 3-5-2 per Nesta, con due variazioni rispetto all’ultima gara. In porta c’è Bardi, in difesa non c’è Szyminski, ma Ariaudo. Capuano e Brighenti completano il reparto. A centrocampo sulle fasce sono confermati D’Elia e Salvi. Haas, Gori, Rohden si posizionano in mediana. In attacco spazio a Dionisi e Novakovich.

La partita

Primo tempo
Ritmi subito molto alti al Carlo Castellani. Gli ospiti si rendono pericolosi soprattutto con il contropiede. Diosnisi al 7′, servito dopo una ripartenza da Rodhen, va alla conclusione, palla fuori. Un minuto dopo è lo svedese ad andare al tiro, con Brignoli che blocca a terra. Gli ospiti si rendono ancora pericolosi all’11’ con Salvi, il portiere di casa risponde presente.
L’Empoli risponde con una conclusione improvvisa di Bajrami, la palla sorvola di poco il sette.
Le squadre si affrontano a viso aperto, nonostante l’importanza dell’incontro.
Al 22′ cross di Bajrami, colpo di testa in avvitamento di Antonelli che termina di pochissimo a lato.
La partita sembra sbloccarsi al 29′ per il Frosinone. Sembra, perchè incredibilmente Novakovic, servito perfettamente da Rodhen, manda alto da due passi, a porta praticamente vuota. Incredibile occasione sprecata.
Il calcio ha le sue regole, una di queste è una sentenza: gol sbagliato…gol subito! L’Empoli di fatto trova il gol proprio un minuto dopo: Bandinelli trova il fondo e crossa al centro: Mancuso non ci arriva, Ciciretti da buona posizione batte Bardi. Empoli in vantaggio!
Gli ospiti rispondono immediatamente con un destro a giro di Dionisi che termina di pochissimo a lato.
Al 33′ arriva anche il primo giallo del match: è Haas a finire sul taccuino dei cattivi per un fallo tattico a metà campo.
Il Frosinone prova il forcing, l’Empoli risponde colpo su colpo ai tentativi ciociari. Gli ospiti vanno vicini al pareggio prima con Dionisi, che lamenta una trattenuta da parte di Fiamozzi in piena area di rigore, e con Novakovic. I padroni di casa sfiorano il raddoppio con Bajrami al secondo minuto di recupero.
Si chiude poi il primo tempo. Partita avvincente, entrambe le squadre se la sono giocata, soprattutto il Frosinone, ma l’Empoli è stato più cinico.

Secondo tempo
Subito un cambio nel Frosinone: esce Andrija Novakovich, entra Camillo Ciano. Il giocatore statunitense ha sulla coscienza il mancato gol al 29′.
Comincia bene il Frosinone, che chiude l’Empoli nella propria metà campo. I toscani provano con l’antica arma della ripartenza, a far male agli ospiti.
Antonelli al 51′ accusa un guaio muscolare, Marino approfitta per una doppia sostituzione: Balkovec sostituisce Antonelli, Davide Frattesi prende il posto di  Szymon Żurkowski.
Al 56′ Pasquale Marino, tecnico dei toscani, alza troppo la voce per delle proteste e viene sanzionato dal direttore di gara.
Due minuti dopo Ciano prova il tiro, palla alta sulla traversa. Nesta nello stesso minuto sostituisce Mirko Gori, al suo posto inserisce Maiello. Subito dopo Henderson viene ammonito per un contrasto duro su Rodhen. Il centrocampista salterà la prossima gara: era diffidato.
La gara si incattivisce, numerosi sono gli interventi fallosi.
Bajrami stende Salvi che stava entrando in area, punizione pericolosa a favore del Frosinone e giallo per l’esterno. Non succede nulla sul calcio piazzato, Ciano spedisce sul fondo.
L’Empoli al 65′ gestisce bene un contropiede, la palla arriva a Mancosu che manda a lato. Ciano risponde al 66′ con una girata al volo che termina sul fondo di poco.
Nesta al 67′ opta per una doppia sostituzione: Beghetto prende il posto di D’Elia sulla fascia, mentre Dionisi fa spazio a Citro. Tuttavia l’ex difensore di Lazio e Milan al 69′ deve usufruire dell’ultima sostituzione: Capuano deve lasciare il campo per un problema muscolare, al suo posto entra Luka Krajnc..
L’Empoli sfiora il raddoppio al 70′ con uno splendido tiro di Bajrami, ma Bardi si traveste da Superman e con il pungo riesce a mettere sopra la traversa.
Il Frosinone al quarto d’ora dal termine del match, resta in dieci per l’espulsione di Haas. L’Empoli prova a chiudere i giochi con Frattesi al 76′ e al 79′, entrambe le volte però il centrocampista non regala la gioia del raddoppio.
Marino opta per due ingressi all’80’, vuole freschezza per approfittare di un Frosinone in dieci uomini: dentro Ricci e Moreo, fuori Bandinelli e Mancuso.
Gli ospiti si gettano in avanti, alla ricerca del pareggio, lasciando però praterie per le ripartenze dei padroni di casa.
All’89’ Frattesi, che col suo ingresso ha spaccato la partita, viene servito in area ma, al momento del tiro, riceve la spinta di Beghetto che lo sbilancia. Per il direttore di gara è calcio di rigore più giallo per l’ala ciociara. Sul dischetto si presenta Amato Ciciretti, che con freddezza realizza il rigore. 2-0 per i padroni di casa e gara chiusa.
Il direttore di gara assegna cinque minuti di extra time. Il Frosinone non molla, spinto dalla disperazione, ma l’Empoli regge e alla fine porta a casa tre punti d’oro per i playoff.
Vittoria tutto sommato giusta per i padroni di casa, trascinati dal fantasista Ciciretti. Il Frosinone disputa una buona gara e colleziona anche diverse palle gol, ma tronche a casa con zero punti. Pesa l’errore di Novakovich.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20