MILAN, ITALY - OCTOBER 16: Alessandro Gentile, #5 of EA7 Emporio Armani Milan in action during the Turkish Airlines Euroleague Basketball Regular Season Date 1 game EA7 Emporio Armani Milan v Laboral Kutxa Vitoria Gasteiz at Mediolanum Forum on October 16, 2015 in Milan, Italy. (Photo by Giuseppe Cottini/EB via Getty Images)

Dopo i due successivi consecutivi ottenuti in terra turca, Milano conosce nuovamente il sapore amaro della sconfitta in Eurolega per mano degli spagnoli del Baskonia, che si impongono al Forum per 79-84.

Nonostante le ottime prove di Punter(15 punti) e Delaney(12 punti), gli avversari possono contare sui centimetri di Fall( 10 punti), la solidità di Jekiri(12 punti) e la tecnica dell’ex Dragic(16 punti). Prossimo appuntamento per gli uomini di Messina il 30 dicembre sempre in casa con il Cska Mosca.

Eurolega, Olimpia Milano-Baskonia: cosa è successo?

L’ inizio di Milano è illusorio con i primi sette punti di Shields. Pian piano le Scarpette Rosse si perdono sul più bello tirando male, il che consente al Baskonia di chiudere avanti il primo quarto 23-19.

Gli spagnoli arrivano anche ad avere un vantaggio di 8 punti, grazie ai centimetri sotto canestro di Fall, una distanza che mantengono anche nella seconda frazione(24-32). A fare la differenza sono le tante palle perse e una difess troppo incerta, tanto da consentire agli ospiti di andare al riposo sul 38-42 in loro favore.

Nell’ ultimo periodo, il vantaggio per gli spagnoli aumenta a +6, nonostante gli undici punti di Datome. Nella quarta frazione le due squadre si danno battaglia: prima gli ospiti si portano a +16, poi subiscono una clamorosa rimonta che li porta a +2. Nonostante ciò, Milano non ha la freddezza di concretizzare le palle a disposizione. Nei minuti finali ci pensa Henry a fare canestro e fallo decisivo. 84-79 il risultato del match.

Il commento di Messina (coach Olimpia Milano)

Coach Ettore Messina ha commentato il match contro il Baskonia: “Hanno meritato di vincere, hanno giocato meglio e più duro di noi. Fin dai primi uno o due possessi schizzando avanti 7-0 hanno dettato il ritmo della partita. Ci hanno attaccato dal palleggio per tutta la serata e non siamo stati in grado di fermarli. In attacco abbiamo tirato in un modo un po’ alterno, ma credo che il problema sia stata la difesa. Non abbiamo prodotto abbastanza stop, non abbiamo avuto ritmo, fluidità e questo ci è costato la partita. Credo sia stata una gara simile a quella della Stella Rossa, all’ultimo quarto con il Panathinaikos, al secondo tempo difensivo giocato con il Brindisi. Quando una squadra è coesa riesce a non subire il gioco avversario e poi le cose vengono meglio che in attacco. Può succedere anche il contrario, ma è più difficile. Non voglio pensare male, ma se ci facciamo condizionare dai risultati degli avversari o dalla classifica, allora potremmo metterci davvero poco a rovinare quanto di buono abbiamo costruito finora. Di fatto il nostro approccio fisico e mentale stasera non era all’altezza. Di questo dovremo parlare”.

Eurolega: Olimpia Milano-Alba Berlino 75-55

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20