Impresa dell’Olimpia Milano che, nel primo turno del girone di ritorno dell’ Eurolega, batte a Madrid il Real per 76-80, violando un tabù che durava da 16 anni. Decisivo un terzo quarto giocato alla grande e un Rodriguez incontenibile con ben 17 punti. Per gli spagnoli si tratta della prima sconfiita dopo sei vittorie consecutive.

Real Madrid-Olimpia Milano 76-80: cosa è successo?

Le Scarpette Rosse partono meglio, ma gli spagnoli ribaltano la situazione (12-8) grazie a Tavares. I punti di Thompkins permettono al Real di stare davanti al termine del primo quarto (18-17), ma poco dopo sale in cattedra per Milano Kyle Hines, che con un assist al bacio permette a Datome di credere nella rimonta, tanto da chiudere l’intervallo in parità(39-39).

Nella ripresa i Blancos si sbloccano ma Milano fugge via con le triple di Deelaney e Leday. Nella terza frazione gli uomini di Messina sono uno tsunami che il Real non riesce ad arginare con un break di 19-2. I padroni di casa tornano in partita con Tyus (64-67), ma Milano non molla mantenendo il vantaggio fino al termine. Una vittoria che consente ai meneghini di scavalcare il Valencia al settimo posto in classifica di con 10 punti, tenendo viva la candidatura per i playoof.

Il commento di Ettore Messina(coach di Olimpia Milano)

Cosi Ettore Messina ha commentato la vittoria di Madrid:”Abbiamo grande rispetto per il Real Madrid e sapevamo che sarebbero stati aggressivi. Entrambe le squadre mancavavano di giocatori importanti, ma penso che i miei giocatori abbiano dato tutti qualcosa in più. Abbiamo tenuto a rimbalzo, abbiamo resistito e questo ci ha dato fiducia. Siamo contenti perchè come club non avevamo mai vinto qui, o una volta tanti anni fa. E’ stata una grande vittoria e ora dobbiamo recuperare le energie. Siamo un pò corte nelle rotazioni, ci mancano un paio di elementi e ci aspettano partite importanti. I miei giocatori meritano di rilassarsi e di giocarsela, noi allenatori rivedremo il filmato. Finora abbiamo giocato una buona Eurolega Abbiamo perso almeno un paio di partite in casa che pensavamo di vincere, ma non c’è quasi più fattore campo, è una competizione incredibile e difficile per tutti. Noi inseguiamo l’obiettivo dei playoff, ma sarà battaglia per tutta la competizione. Noi abbiamo vinto qui e quando si batte il Real Madrid nella sua casa è sempre un fatto prestigioso. A loro mancavano giocatori importanti come Liull e Fernandez, a noi Shields e Micov. Quando loro hannoperso il povero Randolph per infortunio hanno vinto sempre”.

aEurolega: Olimpia Milano-Cska Mosca: 87-91

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20