F1 - Monza è della Ferrari! Leclerc vince e batte Hamilton
F1 - Monza è della Ferrari! Leclerc vince e batte Hamilton

Monza – Una gara che resterà nella storia del motorsport. Charles Leclerc vince il gran premio di Monza, regalando alla Ferrari una vittoria che a Monza mancava dal 2010! Per il “predestinato” è la seconda vittoria in carriera, la seconda consecutiva dopo Spa. Oggi Leclerc entra di diritto nella storia del cavallino rampante. Non potrebbe essere altrimenti per un ragazzo di 21 anni, che vince a Monza, lottando per 53 giri sul filo del millesimo con le imbattibili Mercedes. Soprattutto mostrando una forza mentale assoluta, nel duello con il 5 volte campione del mondo Lewis Hamilton.

Siamo forse al passaggio di consegne tra Vettel e Leclerc? Nessuno può dirlo. L’unica certezza è che la Ferrari ha trovato il pilota dei prossimi 10 anni. Sebastian ha ancora pochi anni di carriera, ma la velocità non si discute, gli errori e le difficoltà di reggere sotto pressione sì. Sarebbe un errore cominciare a mettere da parte un pilota che è comunque fondamentale nel set up e sviluppo della vettura, oltre ad essere un grande uomo squadra. La Ferrari ha bisogno di ritrovare il vero Vettel, anche in ottica 2020.

La gara

Alla partenza Leclerc scatta bene e mantiene la prima posizione. In curva 1 Verstappen invece, partito ultimo, si ritrova nel traffico, rompe l’ala anteriore ed è costretto ai box. Alla roggia Vettel viene affiancata all’esterno da Hulkenberg e memore del contatto con Hamilton l’anno scorso, fa passare il tedesco. Sul rettilineo principale è però lesto ad attaccarsi alla Renault e superarla alla prima variante. Davanti Leclerc è riuscito a prendersi qualche metro di vantaggio per evitare l’attacco di Lewis Hamilton.

Inizio gara movimentato con Albon che alla roggia supera Sainz, ma in uscita lo spagnolo ha una maggiore velocità e torna davanti alla prima di lesmo, dove il pilota Red Bull cerca di resistere all’esterno, ma si ritrova nella ghiaia.

I primi quattro davanti fanno il ritmo ma ecco il primo colpo di scena: Vettel, all’inseguimento ravvicinato su Bottas, perde il posteriore alla variante Ascari. Si ritrova tra prato e cordolo, riparte lentamente mentre sopraggiunge Stroll e i due si toccano. Errore grave per il tedesco, che sembra crollare sotto il peso della pressione. Il 4 volte campione del mondo è costretto ai box per montare una nuova ala anteriore.

Il duello tra Leclerc ed Hamilton

A questo punto la gara è tra Leclerc ed Hamilton, con Bottas leggermente più staccato. I due si danno battaglia a suon di giri veloci al millesimo. Hamilton è costantemente sotto il secondo ma non riesce a superare la rossa che sul dritto vola. Al 20esimo giro Hamilton rientra montando le medie tentando l’undercut. Il muretto Ferrari reagisce subito facendo rientrare Leclerc montandogli le gomme dure, ed il monegasco si ritrova ancora davanti. Al 23esimo all’uscita della prima variante Hamilton è incollato a Leclerc, tenta il sorpasso all’esterno della roggia ma Charles chiude la traiettoria accompagnandolo con le ruota anteriore destra sull’erba. Difesa estrema e da campione assoluto. Purtroppo però i commissari sventolano la bandiera bianconera a Leclerc. Una reprimenda, ma ora il monegasco dovrà fare attenzione.

Al 36esimo giro Leclerc ha un bloccaggio alla prima variante e taglia metà chicance. I commissari notano l’accaduto ma senza penalizzare il pilota Ferrari. Leclerc ora comincia ad avere il vantaggio della gomma dura, mentre Hamilton accusa problemi di degrado. Bottas, che nel frattempo si era fermato per montare le gomme medie, è a circa 3 secondi dalla coppia di testa.

Bandiera a scacchi, Leclerc vince!

Al 42esimo Hamilton finisce lungo e viene sopravanzato da Bottas, dicendo addio alla vittoria. Leclerc comincia a respirare. Negli ultimi giri il finlandese della Mercedes si avvicina ma non riesce ad impensierire la rossa. Leclerc vince il gran premi con il delirio dei 100mila di Monza, in una giornata indimenticabile. La festa sotto al podio regala uno scenario emozionante con la marea rossa ai piedi del nuovo giovane fenomeno in rosso.

Ordine d’arrivo

Ottima la prestazione della Renault che chiude in 4° e 5° posizione rispettivamente con Ricciardo ed Hulkenberg. Grandissima la rimonta di Verstappen dall’ultima all’ottava posizione. Bravo il nostro Giovinazzi a prendere i punti centrando la nona posizione. Chiude la top ten Norris. Male Vettel che alla fine chiude 14simo.

Alcune foto della festa

Classifica Piloti e Costruttori

Hamilton mantiene saldamente la vetta con i suoi 284 punti. Bottas sale a 221, ma è ancora troppo lontano per pensare di impensierire il compagno di squadra. Verstappen rimane terzo a 185 ma Leclerc ora gli è dietro di soli 3 punti. Si stacca Vettel a 169 punti.

Nei costruttori la Mercedes è quasi certa del sesto titolo consecutivo con 505 punti. La Ferrari segue lontana a 351 seguita dalla RedBull a 266. La McLaren rimane quarta forza con 83 punti.

Il circus della F1 tornerà fra due settimane a Singapore su un circuito cittadino in cui Mercedes e RedBull sembrano favorite.

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.