F1

La F1 rischia di posticipare il suo inizio di stagione. I semafori verdi della nuova stagione sono in programma per il 21 marzo, in occasione del gran premio australiano. Gran premio che però rischia di essere rinviato o cancellato a causa dell’emergenza sanitaria che potrebbe nuovamente sconvolgere i piani di Liberty Media.

F1: gran premio a rischio

Il governo australiano ha imposto a tutti i viaggiatori provenienti dall’estero, di sottostare ad un periodo di isolamento pari a 14 giorni. Imposizione che riguarderà ovviamente tutti i membri del circus di Formula Uno (piloti, team principal e membri delle scuderie).

Scenario che a breve, dovranno affrontare anche i partecipanti dell’Australian Open. I tennisti infatti, si recheranno in Australia circa due settimane prima dell’evento per trascorrere 14 giorni di isolamento in hotel. Una dinamica realizzabile per il tennis ma difficilmente proponibile per la Formula Uno che coinvolge un numero di persone largamente superiore.

Ecco perché è possibile che gli organizzatori del gran premio, possano chiedere un rinvio dell’evento. Rinvio che farebbe slittare l’inizio della stagione di Formula Uno al 28 marzo con il gran premio del Bahrain. Il tutto complicherebbe il piano dei vertici della F1 che si ritroverebbero ad organizzare nuovamente un calendario con 23 gare in programma, cercando una nuova data per il gp di Melbourne. Gran premio che potrebbe dunque disputarsi tra settembre e novembre, privando piloti e staff di un weekend di riposo.

Gp Melbourne: nuovamente cancellato?

In merito alla possibilità di rinvio o cancellazione del gran premio, si è espressa il Ministro dei Servizi d’Emergenza, Lisa Neville: “Per quanto ne so, non c’è stata alcuna decisione nel cancellare o rinviare il gran premio d’Australia. Ne stiamo ancora discutendo“.

Il gran premio è quindi seriamente a rischio e per il secondo anno consecutivo potrebbe non disputarsi. Solo un anno fa, il gp venne cancellato poche ore prima della partenza a causa della positività di un membro del team McLaren.

Leggi anche: Binotto su Leclerc: non è il “numero uno” della Ferrari

Sito ufficiale F1.com

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20